Scuola, Susanna Tamaro lancia un appello: ‘Ridare dignità e autorità ai docenti’ Ultime notizie scuola, mercoledì 11 gennaio 2017: la celebre scrittrice Susanna Tamaro ha scritto un lungo editoriale sul 'Corriere della Sera'.

0
68
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

La celebre scrittrice Susanna Tamaro ha pubblicato un editoriale per conto del quotidiano ‘Il Corriere della Sera’ intitolato ‘Educare, non solo istruire, contro il buonismo di stato’ all’interno del quale viene fatta un’attenta analisi del sistema educativo italiano: naturalmente non sono mancate le critiche ad una scuola che si sta rivelando come essere sempre più classista, una scuola che da troppo tempo ha smesso di pretendere. Chi non riesce a mandare i propri figli nelle scuole private o all’estero perchè ha meno possibilità economiche, dice Susanna Tamaro, è costretto a supplire con l’impegno personale in quanto consapevole della catastrofe.

Ultime notizie scuola, mercoledì 11 gennaio 2017: Susanna Tamaro sul sistema educativo italiano

‘Si è parlato molto della Buona Scuola come di una riforma determinante, purtroppo – posto che tutte le riforme sono un segno di buona volontà e perfettibili – non sembra per il momento essere riuscita ad intaccare la degradata fossilizzazione del nostro sistema educativo. Introdurre i tablet, le mitiche lavagne interattive, facendo credere che l’àncora di salvezza stia nella modernizzazione informatica è un po’ come mettere del cerone su un volto ormai devastato dalle rughe.’

Susanna Tamaro: ‘Insegnanti validi ce ne sono tanti ma viene impedito di fare il loro lavoro’

Dalle maestre chiamate per nome, ai professori ai quali si risponde con sboccata arroganza, al rifiuto di compiere qualsiasi sforzo, all’incapacità emotiva di reggere anche una minima sconfitta – prosegue l’autrice di famosi romanzi come ‘Va dove ti porta il cuore’ –  tutto il nostro sistema educativo non è altro che una grande Caporetto. Agli insegnanti validi – e ce ne sono tanti – viene pressoché impedito di fare il loro lavoro, anche per l’aureo principio, tipicamente italiano, per cui un eccellente ombreggia i mediocri che non vogliono essere messi in discussione nella loro quieta sopravvivenza. Abbiamo il corpo insegnante più anziano d’Europa, il gran caos demagogico dei concorsi ha paralizzato il naturale ricambio generazionale e la miserabile retribuzione della categoria ha trasformato l’insegnamento in una sorta di sine cura per molti.

Susanna Tamaro: ‘Insegnare è un lavoro altamente usurante, bisogna ridare dignità e autorità ai docenti’

In realtà insegnare è un lavoro altamente usurante – ha sottolineato Susanna Tamaro – richiede energie enormi, intelligenza della mente e del cuore, passione per la materia e una visione costruttiva del futuro. Fin da subito dunque migliori risorse economiche andrebbero destinate proprio alla classe docente, cominciando a restituire agli insegnanti, oltre alla dignità, l’autorità necessaria per educare veramente le giovani generazioni. Solo così la scuola tornerà ad essere una possibilità di crescita offerta a tutti, e non solo ai pochi privilegiati che si possono permettere la fuga dal demagogico lassismo dello Stato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here