Scuola, obbligo vaccinazioni: Fedeli attacca Lorenzin, scoppia la polemica

Ultime notizie scuola, venerdì 12 maggio 2017: botta e risposta Fedeli-Lorenzin sull'obbligo delle vaccinazioni a scuola

Nuova polemica in arrivo in seno al governo Gentiloni e questa volta riguarda la questione legata alle vaccinazioni a scuola. La ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, ha attaccato la collega Beatrice Lorenzin, titolare del dicastero della Salute, in merito al decreto che vorrebbe introdurre l’obbligo delle vaccinazioni per accedere alla scuola dell’obbligo: ‘Con questa storia delle vaccinazioni obbligatorie a scuola – ha dichiarato la numero uno di Viale Trastevere – non vorrei innescare un nuovo incidente di percorso, non ci serve un altro Fertility Day. Va tutelato in primis il diritto all’istruzione”, è la dichiarazione di Fedeli riportata da ‘La Repubblica’.

Ultime notizie scuola, venerdì 12 maggio 2017: botta e risposta Fedeli-Lorenzin sull’obbligo delle vaccinazioni a scuola

Anche il neo-segretario (rieletto), Matteo Renzi non sembra aver gradito l’iniziativa della Lorenzin: “Nel governo manca un coordinamento, ognuno fa quello che gli pare, la cabina era nata proprio per evitare casini”, avrebbe confidato Renzi in privato, secondo i retroscena svelati da ‘Il Corriere della Sera.
“Se vogliono farsi campagna elettorale dal governo, è meglio che stiano attenti”, questo è l’avvertimento lanciato dai renziani agli alfaniani, dalle cui file proviene Beatrice Lorenzin (come citato da agi.it).

Beatrice Lorenzin controbatte: ‘Le polemiche stanno a zero, il segretario del PD non può aver detto quanto è stato riferito’

Prontamente è arrivata la replica dell’onorevole Beatrice Lorenzin, la quale sostiene che si tratti di ‘Un retroscena di pettegolezzi, sono certa che è così. Il segretario del Pd non può aver detto quanto è stato riferito. Da 4 anni mi occupo di rafforzare la politica sui vaccini. Anche il suo responsabile per la sanità era d’accordo con me”. Secondo quanto riportato da Agi.it, il premier Gentiloni starebbe, comunque, sostenendo la Lorenzin, “Era al corrente da diversi giorni e ha ricevuto tutti i miei atti. Anche con la collega Valeria Fedeli ci sono stati contatti. Non è vero che nel governo non c’è comunicazione. C’è una veicolazione continua di informazioni. – ha proseguito il ministro della Salute, affermando che con Valeria Fedeli “negli ultimi mesi abbiamo avuto una serie di contatti. Non esistono divisioni ma la volontà di trovare una linea comune mantenendo in equilibrio i due diritti costituzionali, a vantaggio degli alunni e delle famiglie. Porto questo testo in Consiglio dei ministri proprio perché venga esaminato da tutti. Ricordo che dobbiamo riunificare il Paese e assicurare alla popolazione lo stesso livello di sicurezza. Invece ogni Regione legifera per conto suo. Chi non fa nulla e chi troppo. Ci vuole unità di metodo per riportare le soglie di copertura oltre il 95%. È il momento giusto per accendere i riflettori e trovare una soluzione’.

Per rimanere aggiornato sulle tematiche di tuo interesse, ti consigliamo di seguire le nostre pagine Facebook dedicate ad altri argomenti:

Iscriviti alla Newsletter di Scuolainforma!

Se decidi di iscriverti alla nostra Newsletter potrai ricevere ogni sera tutte le notizie e gli aggiornamenti sul mondo della scuola e della Pubblica Amministrazione direttamente nella tua casella di posta elettronica.