Scuola, cyberbullismo, c’è l’OK della Camera, è legge: tutte le novità, Fedeli ‘Imboccata strada giusta’ Ultime notizie scuola, mercoledì 17 maggio: c'è l'OK della Camera alla legge contro il cyberbullismo: ecco tutte le novità.

0
951
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Arriva il sì definitivo dalla Camera per la legge sul contrasto del cyberbullismo. Il testo è stato approvato all’unanimità dall’aula di Montecitorio: 432 favorevoli ed una sola astensione.

Le novità del testo, così come riporta l’agenzia di informazione Ansa, sono diverse. Segnaliamo la possibilità, per il minore (anche senza che il genitore lo sappia) di chiedere direttamente al gestore del sito l’oscuramento o la rimozione della “cyber aggressione”. Nel caso in cui il gestore ignori l’allarme, la vittima, stavolta con il genitore informato, potrà rivolgersi al Garante per la Privacy che entro 48 ore dovrà intervenire.

Scuola, OK legge cyberbullismo: le novità approvate oggi 17 maggio dalla Camera

Tra l’altro il ddl ha istituito un Tavolo tecnico interministeriale presso la Presidenza del Consiglio con il compito di coordinare i vari interventi e di mettere a punto un Piano integrato contro il bullismo via web. Viene, inoltre, stabilita la “procedura di ammonimento” come nella legge anti-stalking: il “bullo” over 14 sarà convocato dal Questore insieme a mamma o papà e gli effetti dell'”ammonimento” cesseranno solo una volta maggiorenne. Ogni scuola dovrà individuare tra i prof un addetto al contrasto e alla prevenzione del “cyberbullismo” che potrà avvalersi della collaborazione delle Forze polizia.

Legge cyberbullismo, Valeria Fedeli: ‘Molto importante l’approvazione di questa legge’

La ministra dell’istruzione, Valeria Fedeli ha così commentato l’OK alla legge sul cyberbullismo: ‘Il cyberbullismo è un tema serissimo. Ritengo per questo molto importante l’approvazione di una legge specifica per il contrasto di questo fenomeno. Il Parlamento ha fatto un lavoro che era necessario: finalmente si affronta pienamente e in modo deciso un problema che non può essere sottostimato. Ringrazio i colleghi parlamentari, in particolare la Senatrice Elena Ferrara, per l’impegno profuso nel raggiungere questo obiettivo. Il Ministero è già al lavoro affinché la legge trovi immediatamente piena attuazione. Con questo provvedimento mettiamo al centro la tutela delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. Lo facciamo, in un’ottica di prevenzione, a partire dalla scuola che è luogo principale di formazione, di inclusione e accoglienza. Finalmente abbiamo imboccato la strada giusta’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here