Dopo i depennamenti arriva la beffa delle convocazioni per il ruolo da Gae

0
4854
Dopo i depennamenti arriva la beffa delle convocazioni per il ruolo da Gae
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

A 24 ore di distanza dai depennamenti dalle GaE attuati dall’AT di Bergamo arriva un’altra doccia fredda per i diplomati magistrali che vi figuravano. In redazione è giunta una lettera da parte di una di loro dove viene espresso tutto il disappunto per come si stanno gestendo le procedure di immissione in ruolo. Sembra quasi una premeditazione, quello che è successo, ma andiamo per gradi.

L’avviso dall’AT di Bergamo per le convocazioni da Gae

Venerdì 28 luglio sul sito dell’AT di Bergamo è stato pubblicato l’avviso del calendario convocazioni per nomine a Tempo Indeterminato da Graduatorie permanenti provinciali ad esaurimento – a.s. 2017/18. Riportiamo di seguito il testo dell’avviso, dove c’è il link della nota emessa dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, raggiungibile cliccando qui.

Si precisa che i docenti convocati potranno delegare una persona di propria fiducia a rappresentarli nel corso delle operazioni; in tal caso, il delegato dovrà presentarsi alla convocazione munito dell’atto di delega in carta libera, debitamente sottoscritto, e della copia del documento di identità del delegante, oltre che di un proprio documento di riconoscimento.

La lettera in redazione

Scusate, giovedì 27 l’usp ha comunicato l’avvio al depennamento da Gae, dando 5 gg di tempo per l’invio delle osservazioni e reclami. Ora hanno pubblicato il calendario delle convocazioni della primaria: il 4 agosto! Ma, se faccio bene i conti, i 5 gg. assegnati per i reclami scadono giovedì 3 agosto (considerando solo i giorni lavorativi) e quasi difficilmente i Provveditorati cambiano parere sulle diffide inviate. Morale della favola: sono fuori dalle convocazioni. Non ci lasciano il tempo di organizzarci. Praticamente loro dicono di darci tempo, ma in verità non lo stanno facendo! Dato che i reclami difficilmente vengono ascoltati, si passa direttamente al ricorso, ma se poi il 4 agosto ci saranno le convocazioni, dunque, mi domando, che tempo abbiamo???

Il nostro destino è già stato deciso!

Conclusioni

A questo punto sorgono legittime due domande. La prima è perchè provvedere ai depennamenti solamente adesso visto che i rigetti dei ricorsi sono vecchi di qualche mese? E ancora, concedendo il beneficio del dubbio, nell’emanare i provvedimenti di cancellazione si era al corrente che fintanto che un giudizio è ancora pendente presso i tribunali, ordinari (Cassazione) e amministrativi (Cds-Tar), non si poteva depennare nessuno?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page