Monza: niente scuola per bimbi vaccinati? Il punto della situazione

0
172
Monza: niente scuola per bimbi vaccinati? Il punto della situazione
Monza: niente scuola per bimbi vaccinati? Il punto della situazione
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

L’episodio di cui ci accingiamo a parlare è avvenuto a Lissone (Monza). Una mamma, preoccupata per le attuali condizioni del figlio, ha richiesto di vietare (almeno in maniera temporanea) la scuola a tutti gli alunni che abbiano effettuato nei sei mesi precedenti una delle vaccinazioni rese obbligatorie dal ministro della salute Lorenzin. Il tutto per evitare che essi possano ‘infettare’ i loro compagni, sia quelli che hanno già effettuato la vaccinazione in passato, sia quelli che non sono ancora stati vaccinati. La predetta mamma è preoccupata di possibili trasmissioni virali ed ha effettuato la precitata richiesta al sindaco di Lissone Concetta Monguzzi, tramite una lettera opportunamente protocollata.

Monza: vietata la scuola ai bimbi vaccinati? Ecco cosa è accaduto 

Una mamma di Lissone, preoccupata per la salute del suo bambino, ha chiesto il divieto temporaneo di frequentare la scuola a tutti gli alunni vaccinati nel corso degli ultimi sei mesi. La richiesta della donna è arrivata al sindaco di Lissone, tramite una lettera protocollata in Comune. In verità, le paure della madre del bambino sono state smentite dai più autorevoli medici italiani specializzati in virus. 

Monza: la risposta del sindaco di Lissone

Il sindaco di Lissone, Concetta Monguzzi, non ha tardato a rispondere alla madre preoccupata per il pericolo virus e vaccini, rifiutando la richiesta della donna, in quanto: ‘La richiesta di un’ordinanza urgente per vietare la frequenza scolastica ai ragazzi vaccinati non è accoglibile per carenza di presupposti normativi, perché non c’è alcun pericolo che minacci l’incolumità dei cittadini…’.

La Monguzzi ha inoltre aggiunto che l’epidemia è nulla e di fronte a qualcosa di inesistente non c’è bisogno di alcuna ordinanza. Il sindaco ha premurosamente chiesto informazioni presso l’Agenzia di Tutela della Salute (ex Asl). La risposta da parte di questi è stata che non c’è effettivamente alcun pericolo di contagio da parte dei bimbi vaccinati con un virus attenuato.

Fonte:

Ilgiorno.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page