Sondrio: educatori accompagnano i ragazzi a scuola

0
204
Sondrio: educatori accompagnano i ragazzi a scuola
Sondrio: educatori accompagnano i ragazzi a scuola
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

A Valdidentro (provincia di Sondrio) durante i primi giorni di scuola, saranno presenti sugli autobus educatori per accompagnare gli studenti. Sicuramente una novità importante che precede di poco il rientro a scuola per migliaia di bambini e ragazzi del territorio. Come gli anni passati, è stato riconfermato, inoltre, il piano di diritto allo studio, con molte importanti novità in progetto. L’accompagnamento dei ragazzi sui mezzi è stato fortemente voluto dall’assessore Elisabetta Gurini, assieme, insieme a diversi educatori della Cooperativa Stella Alpina. Costoro si sono accollati il compito di seguire studenti di elementari e medie su alcune tratte sui mezzi di trasporto che li porteranno a scuola.

Sondrio: ragazzi accompagnati da educatori, ecco le novità

Innovativa l’idea dell’amministrazione comunale di Valdidentro in provincia di Sondrio. E’ stato infatti deciso che i ragazzi delle elementari e medie saranno accompagnati da appositi educatori sui pullman che li porteranno a scuola; almeno durante i primi giorni. La novità è stata ideata, in modo da far toccare concretamente con mano le varie esigenze e bisogno di accompagnamento, consentendo di seguito la redazione di un progetto mirato. Questo progetto sarà importante anche, al fine di poter individuare la figura più qualificata per poter accompagnare alunni e studenti durante il tragitto casa-scuola.

Sondrio: le dichiarazioni di Elisabetta Gurini

Elisabetta Gurini si è espressa riguardo al nuovo progetto scolastico di Valdidentro, affermando: ‘Parlando con diversi genitori è emersa chiaramente l’esigenza di trovare una soluzione in merito all’accompagnamento dei figli a scuola, soprattutto nei primi giorni dell’anno scolastico, per poter guidare quei ragazzi che per la prima volta salgono sui mezzi pubblici senza la supervisione dei genitori e si apprestano ad iniziare un nuovo percorso nella loro giovane vita…’. Gurini ha continuato affermando che i problemi reali si manifestano soprattutto durante il ritorno a casa. Sono diversi i casi di studenti che salgono sui pullman sbagliati o scendono a delle fermate errate.

Fonte:

Ilgiorno.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page