Fedeli, ultime notizie al 12/9: date contratto e concorso DS, sostegno e cattedre scoperte

0
2616
Fedeli, ultime notizie al 12/9: contratto, sostegno, concorso DS e cattedre scoperte
Fedeli, ultime notizie al 12/9: contratto, sostegno, concorso DS e cattedre scoperte
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Il ministro Fedeli non è stata avara di dichiarazioni sulla scuola negli ultimi giorni, tirando in ballo diversi argomenti, tra cui il rinnovo del contratto, il nuovo concorso per DS e la questione delle cattedre da coprire a inizio anno. Vediamo cosa ha detto.

Cattedre scoperte nella scuola? Fedeli smentisce

Intervenendo alla trasmissione ‘Uno Mattina’, Valeria Fedeli commenta l’avvio dell’anno scolastico. In replica alle lamentele sulla mancanza dei docenti di sostegno, ricorda che sono stati autorizzati da i corsi per la specializzazione di nuove leve. Invece sull’avvio dell’anno scolastico, di cui abbiamo dato i dati proprio questa mattina, afferma che quest’anno gli uffici hanno consentito la copertura di tutte le cattedre per tempo. Assicura anche che i precari “non cambieranno come negli anni passati”. Ma noi non siamo poi così sicuri che le cose stiano proprio così.

Concorso DS e rinnovo del contratto

Sul tanto atteso concorso per DS, si legge sul sito dell’associazione DiSAL, la Fedeli si espone dando una data per il bando: sarà emanato entro il 15 settembre e i posti saranno circa 2mila. Ma che dre del rinnovo del contratto? Purtroppo nessuna buona nuova. Sebbene nell’intervista a Repubblica prometta la sua chiusura entro metà dicembre, la cifra non si sposta dal famoso aumento medio di 85 euro lordi. Consola poco il fatto che possa aumentare con anzianità e ruoli, soprattutto in vista dell’addio al bonus Renzi di 80 euro. Una cifra che di certo non piacerà ai docenti. Il ministro parla poi anche di interventi diversi, ovvero “premi per i docenti che lavorano sul sostegno, nelle scuole di frontiera, nell’educazione degli adulti e per la continuità didattica generale”. Ma non siamo certi che questa possa essere una buona notizia. Ci toccherà attendere i dettagli.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page