Noipa: come leggere il cedolino dello stipendio in ogni sua parte

0
3672
Noipa: come leggere il cedolino dello stipendio in ogni sua parte
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Il cedolino dello stipendio Noipa viene pubblicato regolarmente ogni mese, ma molti non sanno ancora bene come consultarlo. A tal proposito, sul sito è presente una guida dettagliata che permette di identificare chiaramente ogni sua parte. Il cedolino di Noipa è diviso in tre pagine. Di seguito, per ogni pagina, spieghiamo i contenuti.

Come leggere il cedolino dello stipendio Noipa in ogni sua parte

Le tre pagine del cedolino dello stipendio Noipa hanno alcune parti in comune, come ad esempio il logo. Ecco il loro contenuto:

Pagina 1

Noipa: come leggere il cedolino in ogni sua parte pag 1
Pagina 1

(1) Logo

Logo del Ministero dell’Economia e Finanze – Direzione Centrale dei Sistemi informativi e dell’Automazione – Servizio SPT

(2) Rata

Mese e anno di riferimento della rata di stipendio

(3) ID cedolino

Identificativo del cedolino da utilizzare nel caso in cui il dipendente richieda un prestito presso una banca/finanziaria aderente al progetto Creditonet.

(4) Anagrafica del dipendente

La sezione riporta i dati anagrafici dell’intestatario del cedolino quali: cognome, nome, codice fiscale, data di nascita, comune di residenza e nè partita.

Il domicilio fiscale e il Comune di appartenenza sono informazioni necessarie per:

  • individuare l’aliquota addizionale Comunale da applicare in sede di conguaglio fiscale sulla retribuzione annuale percepita

  • inoltrare eventuali comunicazioni al dipendente.

Si ricorda che, per una corretta applicazione dell’aliquota addizionale, è necessario dare comunicazione al proprio ufficio responsabile, di eventuali variazioni intervenute entro il 31 dicembre.

Il n° partita è il codice di iscrizione numerico necessario per:

  • identificare in modo univoco il dipendente nel Sistema SPT

  • consultare le informazioni presenti sulla banca dati SPT

  • presentare eventuali comunicazioni all’ufficio responsabile

(5) Ente di appartenenza

La sezione riporta i dati dell’amministrazione, dell’Ufficio Responsabile e del relativo codice fiscale e dell’Ufficio di Servizio del dipendente.

(6) Posizione giuridico-economica

La sezione riporta i dati della posizione giuridico-economica del dipendente: l’inquadramento, il tipo di rapporto, la qualifica, il tipo di liquidazione e la cassa previdenziale.

Tali informazioni identificano la posizione professionale del dipendente necessaria per calcolare l’importo economico spettante.

Il primo carattere del codice della qualifica identifica il comparto di contrattazione collettiva di appartenenza, come ad esempio: “X” identifica il comparto Ministeri; “K” il comparto Scuola, “L” i Dirigenti, “H” i Magistrati, “W” i vigili del Fuoco, ecc.

(7) Dettaglio detrazioni

La sezione contiene i dati che indicano l’importo totale delle detrazioni sia di base che per carichi di famiglia. Tale importo diminuisce l’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) calcolata, in base alle aliquote vigenti, sull’imponibile fiscale al netto delle ritenute previdenziali.

(8) Estremi di pagamento

La rata del mese in corso può essere erogata tramite accreditamento su conto corrente bancario o postale oppure in contanti, presso la Tesoreria Provinciale o Ufficio Postale.
In questa sezione del cedolino si riportano le informazioni relative alla:

  • modalità con le quali viene eseguito il pagamento dello stipendio e, nel caso di accreditamento lo sportello bancario e le coordinate bancarie;

  • data di valuta, che rappresenta la data dalla quale l’importo liquidato è disponibile

(9) Dati riepilogativi della retribuzione

la sezione contiene i dati di riepilogo della retribuzione, ovvero i soli importi totali riguardanti:

  • competenze fisse: stipendio, altri assegni, assegno nucleo famigliare, arretrati a debito, arretrati a credito, tredicesima.

  • competenze accessorie: assegni accessori.

  • ritenute: previdenziali, fiscali al netto delle detrazioni, altre ritenute.

  • conguagli fiscali: 730

(10) Importi progressivi

La sezione contiene gli importi progressivi riguardanti:

  • imponibile anno corrente

  • irpef anno corrente

  • aliquota massima – nel campo relativo all’imponibile vengono indicati gli importi relativi alla tredicesima e agli eventuali arretrati riferiti all’anno corrente

  • imponibile anno precedente

  • irpef anno precedente

  • aliquota media – nel campo relativo all’imponibile vengono indicati gli importi relativi agli arretrati dell’anno precedente

(11) Riferimenti per informazioni

La sezione contiene i riferimenti utili per richiedere informazioni agli uffici competenti.

(12) Codici bidimensionali

I codici grafici bidimensionali sono necessari alla certificazione del cedolino, qualora lo stesso venisse presentato come documento attestante il proprio reddito. Al loro interno è registrato il contenuto completo del documento nonché la firma elettronica.

Pagina 2

Noipa: come leggere il cedolino in ogni sua parte pag 2
Pagina 2

(1) Logo

Logo del Ministero dell’Economia e Finanze – Direzione Centrale dei Sistemi informativi e dell’Automazione – Servizio SPT

(2) Rata

Mese e anno di riferimento della rata di stipendio

(3) ID cedolino

Identificativo del cedolino da utilizzare nel caso in cui il dipendente richieda un prestito presso una banca/finanziaria aderente al progetto Creditonet.

(4) Anagrafica del dipendente

La sezione riporta i dati anagrafici dell’intestatario del cedolino quali: cognome, nome, codice fiscale, data di nascita, comune di residenza e n° partita.

Il domicilio fiscale e il Comune di appartenenza sono informazioni necessarie per:

  • individuare l’aliquota addizionale Comunale da applicare in sede di conguaglio fiscale sulla retribuzione annuale percepita

  • inoltrare eventuali comunicazioni al dipendente.

Si ricorda che, per una corretta applicazione dell’aliquota addizionale, è necessario dare comunicazione al proprio ufficio responsabile, di eventuali variazioni intervenute entro il 31 dicembre.

Il n° partita è il codice di iscrizione numerico necessario per:

  • identificare in modo univoco il dipendente nel Sistema SPT

  • consultare le informazioni presenti sulla banca dati SPT

  • presentare eventuali comunicazioni all’ufficio responsabile

(5) Ente di appartenenza

La sezione riporta i dati dell’amministrazione, dell’Ufficio Responsabile e del relativo codice fiscale e dell’Ufficio di Servizio del dipendente.

(6) Dati di dettaglio della retribuzione

la sezione contiene i dati di dettaglio delle voci di retribuzione che compongono gli importi totali riguardanti:

  • competenze fisse: stipendio, altri assegni, assegno nucleo famigliare, arretrati a debito, arretrati a credito, tredicesima.

  • competenze accessorie: assegni accessori.

  • ritenute: previdenziali, fiscali al netto delle detrazioni, altre ritenute.

  • conguagli fiscali: 730

(7) Importi progressivi

La sezione contiene gli importi progressivi riguardanti:

  • imponibile anno corrente

  • irpef anno corrente

  • aliquota massima – nel campo relativo all’imponibile vengono indicati gli importi relativi alla tredicesima e agli eventuali arretrati riferiti all’anno corrente

  • imponibile anno precedente

  • irpef anno precedente

  • aliquota media – nel campo relativo all’imponibile vengono indicati gli importi relativi agli arretrati dell’anno precedente

(8) Riferimenti per informazioni

La sezione contiene i riferimenti utili per richiedere informazioni agli uffici competenti.

(9) Codici bidimensionali

I codici grafici bidimensionali sono necessari alla certificazione del cedolino, qualora lo stesso venisse presentato come documento attestante il proprio reddito. Al loro interno è registrato il contenuto completo del documento nonché la firma elettronica.

Pagina 3 Cedolino Noipa

Noipa: come leggere il cedolino in ogni sua parte pag 3
Pagina 3

(1) Logo

Logo del Ministero dell’Economia e Finanze – Direzione Centrale dei Sistemi informativi e dell’Automazione – Servizio SPT

(2) Rata

Mese e anno di riferimento della rata di stipendio

(3) ID cedolino

Identificativo del cedolino da utilizzare nel caso in cui il dipendente richieda un prestito presso una banca/finanziaria aderente al progetto Creditonet.

(4) Anagrafica del dipendente

La sezione riporta i dati anagrafici dell’intestatario del cedolino quali: cognome, nome, codice fiscale, data di nascita, comune di residenza e n° partita.

Il domicilio fiscale e il Comune di appartenenza sono informazioni necessarie per:

  • individuare l’aliquota addizionale Comunale da applicare in sede di conguaglio fiscale sulla retribuzione annuale percepita

  • inoltrare eventuali comunicazioni al dipendente.

Si ricorda che, per una corretta applicazione dell’aliquota addizionale, è necessario dare comunicazione al proprio ufficio responsabile, di eventuali variazioni intervenute entro il 31 dicembre.

Il n° partita è il codice di iscrizione numerico necessario per:

  • identificare in modo univoco il dipendente nel Sistema SPT

  • consultare le informazioni presenti sulla banca dati SPT

  • presentare eventuali comunicazioni all’ufficio responsabile

(5) Ente di appartenenza

La sezione riporta i dati dell’amministrazione, dell’Ufficio Responsabile e del relativo codice fiscale e dell’Ufficio di Servizio del dipendente.

(6) Messaggi

La sezione riporta le comunicazioni dell’amministrazione al dipendente

(7) Codici bidimensionali

I codici grafici bidimensionali sono necessari alla certificazione del cedolino, qualora lo stesso venisse presentato come documento attestante il proprio reddito. Al loro interno è registrato il contenuto completo del documento nonché la firma elettronica.

(Fonte: Noipa)

Noipa, comunicato su cedolino ed emissioni: quando, per cosa e a chi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page