In questo articolo vi presentiamo Liber Liber, un’interessantissima fonte multimediale, molto utile per sviluppare una buona didattica laboratoriale. Liber Liber è conosciuto meglio come la più grande biblioteca digitale con accesso totalmente gratuito.

Spieghiamo brevemente di cosa si tratta. Liber Liber, nota per il progetto Manuzio, biblioteca digitale accessibile gratuitamente, e per l’archivio musicale LiberMusica, è una o.n.l.u.s. (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) che ha come obiettivo la promozione di ogni espressione artistica e intellettuale. In particolare, Liber Liber si propone di favorire l’utilizzazione consapevole delle tecnologie informatiche in campo umanistico e di avvicinare la cultura umanistica e quella scientifica.
Liber Liber è stata ufficialmente costituita con atto notarile il 28 novembre 1994, pur operando fin dal 1993. Il suo statuto è on-line. Grazie alla collaborazione di volontari e sponsor come la E-text, i capolavori della letteratura e le altre opere pubblicate nella nostra mediateca vengono prelevate mensilmente da centinaia di migliaia di utenti.
Accanto al progetto Manuzio, Liber Liber promuove altre iniziative, dedicando sempre una particolare attenzione a tutti gli strumenti capaci di facilitare un accesso libero e attivo alla fruizione e alla produzione culturale. In quest’ottica, grazie al progetto LiberMusica è stato creato un archivio musicale che cresce a ritmi serrati e ospita migliaia di capolavori di musica classica, e non solo. Con il progetto LiberGNU si è lavorato ai primi formati di e-book.

Un progetto anche per la scuola: LiberScuola

Il progetto LiberScuola sta distribuendo e implementando una approfondita guida alle risorse Internet dedicate alla scuola. Con LibriLiberi si è dato vita a un divertente “bookcrossing”. Molto entusiasmo poi suscita il progetto Libro parlato, ovvero la produzione di audio-libri letti da attori e volontari (come sempre, liberamente scaricabili dal sito). Con Pagina Tre si è costituito un network di riviste culturali, mentre con Open Alexandria (che vanta preziosi alleati come Wikimedia Italia) si progetta una nuova piattaforma che promette di facilitare la distribuzione e la produzione di contenuti culturali e informativi. Ma sono molteplici le iniziative portate avanti; per averne una più approfondita panoramica, si consiglia di consultare la sezione Progetti del sito internet.
Il testo è stato interamente prelevato dal sito http://www.liberliber.it

Loading...