Dopo l’ammissione di aver fatto un pasticcio con la riforma della legge 107, dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi arriva un nuovo messaggio volto all’apertura nei confronti dei docenti della scuola. Nella la Enews settimanale, la n. 413 il premier scrive: “Sulla scuola – dopo le polemiche della Legge e lo stupore per il fatto che abbiamo mantenuto tutti gli impegni presi – prevale l’attesa per le nuove deleghe, su cui nei prossimi giorni proverò a coinvolgere di nuovo i professori, sperando che vada meglio dello scorso anno”.

Matteo Renzi vuole dialogare?

Renzi vuole maggior dialogo coi docenti della scuola, ma non è semplice capire cosa intenda dire. Anche lo scorso anno parlava di dialogo, ma a conti fatti lui e il suo Governo hanno fatto tutto quello che avevano intenzione di fare senza tener conto di nessuno. E dato che parla di ‘coinvolgere di nuovo i docenti’, se intende allo stesso modo dell’anno scorso, l’apertura consisterebbe nel nulla. Ad ogni modo, menziona le deleghe in via di attuazione. Ciò significa che probabilmente vuole intensificare i tavoli di confronto. Tra queste ricordiamo quella sul reclutamento, sul progetto 0-6 e sulla riforma del sostegno. Per molti si tratta solo di un dietro front dovuto alla perdita di consensi sempre maggiore, in vista delle elezioni. E voi cosa ne pensate? Diteci la vostra in un commento.

Loading...