I sindacati, attraverso un comunicato ufficiale ed univoco, chiedono un incontro urgente con la rappresentanza del Ministero dell’Istruzione in merito allo svolgimento del prossimo concorso scuola 2016, allo svuotamento delle Graduatorie ad esaurimento, alla situazione riguardante i docenti dell’infanzia esclusi dal piano di assunzioni straordinario della Buona Scuola, al discorso legato alle abilitazioni e al decreto di riordino delle classi di concorso, firmato nelle ultime ore dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. I sindacati confederali, dai quali si è dissociata anche questa volta, (come successo con la trattativa riguardante il nuovo contratto di mobilità) la Gilda degli Insegnanti, hanno inviato tale richiesta al ministro dell’istruzione Stefania Giannini e al capo di gabinetto, dottor Fusacchia. Ecco il testo qui di seguito.

Sindacati, lettera al Miur per richiesta urgente di incontro su concorso, cdc, svuotamento GaE e scuola dell’infanzia

“Le scriventi organizzazioni Flc CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal chiedono un incontro urgente che affronti nel merito e con una equilibrata valutazione di tutti gli interessi in campo le diverse questioni connesse all’annunciata emanazione di un bando di concorso ordinario per i docenti.
Fra tali questioni si evidenziano quelle connesse allo svuotamento delle Graduatorie ad esaurimento, chiedendo che siano individuate “soluzioni ponte” per chi, pur in possesso di abilitazioni, non vi si trova inserito e per chi lavora nella scuola senza abilitazione per la mancata attivazione dei percorsi abilitanti, e per il settore della scuola dell’infanzia non coinvolto nel piano straordinario della legge 107.
Le scriventi OO.SS. lamentano peraltro l’assenza di ogni informativa sugli esiti dell’iter di approvazione del decreto di riordino delle classi di concorso, così come sui dati inerenti il numero dei posti messi a concorso e sulla loro distribuzione sia per territorio che per tipologia.
In attesa di una convocazione di cui si ribadisce l’urgenza porgono distinti saluti”