Impugnare i bandi del concorso docenti si può a condizione di osservare alcune semplici regole che illustriamo di seguito. Dopo aver eseguito e letto quanto descritto, sarà possibile compilare e spedire per Raccomandata 1 al legale la Procura alle Liti per poter impugnare i bandi del concorso docenti. Cominciamo a vedere chi è che può ricorrere effettivamente per difendere i diritti dei diplomati magistrali e di tutti gli abilitati in genere

Chi può impugnare il bando

Per impugnare il bando bisogna avere la cosiddetta legittimazione processuale (o interesse a ricorrere). Questa consiste nell’utilità concreta che il ricorrente può ottenere dal giudizio; nella possibilità quindi di ottenere un qualche beneficio dall’accoglimento del ricorso: il bene della vita, un vantaggio o, infine, la eliminazione di un pregiudizio. Pertanto, se il docente abilitato ritiene che svolgere un concorso gravato da condizioni onerose, come ad esempio il possesso del livello B2 della lingua straniera mai contemplato prima in nessun tipo di percorso abilitante, oppure come il diverso punteggio attribuito ai diversi titoli Tfa Pas, può essere considerato legittimato ad agire perché sarebbe gravemente penalizzato.

Loading...

Interesse a ricorrere

Bisogna che il ricorrente sia effettivamente interessato a proporre il ricorso in oggetto. L’interesse a ricorrere è un presupposto di ammissibilità del ricorso, è cioè un presupposto che condiziona la possibilità che il giudice si pronunci nel merito del ricorso. L’interesse a ricorrere deve essere personale, concreto e deve sussistere durante tutto il corso del giudizio, fino alla pronunzia definitiva del giudice, pena una sentenza dichiarativa dell’improcedibilità del ricorso per sopravvenuto difetto di interesse. Questo è il motivo per il quale un ricorso al TAR per impugnare il bando non può essere proposto da una associazione o ente, occorrendo una pluralità di soggetti legittimati a ricorrere come visto prima.

Loading...

Come si manifesta l’interesse

L’interesse si manifesta attraverso la procedura di domanda di partecipazione al concorso scuola 2016 che dovrà essere effettuata su Istanze On Line. Allo stesso modo, chi ha proposto ricorso per immissione in GAE, avrà prodotto diffida ad adempiere al MIUR per essere inserito nelle predette graduatorie, dimostrando l’interesse specifico che tale inserimento può recare al docente per il fatto di poter essere immesso in ruolo per scorrimento. Si tratta di un atto propedeutico che consente al giudice adito di verificare l’effettivo interesse del ricorrente alla pronuncia di sospensiva che verrà chiesta col ricorso per impugnazione al TAR.