In un momento particolarmente importante per il mondo della scuola, tra concorso, mobilità ed altre questioni importanti come il rinnovo del contratto economico, insistentemente ignorato dal governo, i sindacati confederali aprono una nuova stagione di mobilitazione che riguarderà tutto il territorio nazionale e che si concretizzerà attraverso una raccolta firme.

Ultime news scuola 14 marzo 2016: sindacati lanciano raccolta firme

FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal lanciano, dunque, una petizione che riguarderà anche e soprattutto i valori della scuola intesa come comunità democratica, la libertà d’insegnamento e la contrattazione, ritenuto dai sindacati confederali, uno strumento indispensabile per l’esercizio del diritto al lavoro.
L’invito è rivolto agli insegnanti, al personale amministrativo, tecnico e ausiliario, ai dirigenti scolastici per una mobilitazione nazionale attraverso la quale sensibilizzare lo sblocco di un contratto fermo da otto anni, sostituito impropriamente da leggi che, come la legge 107, danno risposte sbagliate a problemi da tempo irrisolti, riducono spazi di collegialità e partecipazione, puntano a spezzare i tradizionali legami di solidarietà tra lavoratori, mettono a rischio il rapporto di fiducia tra scuola e società.
Ecco il comunicato unitario sindacale che promuove l’iniziativa riguardante la raccolta firme.

È il nostro lavoro che fa la scuola

Contratto, stabilità del lavoro, qualità dell’apprendimento, partecipazione democratica: sono questi, e altri, i punti essenziali contenuti nella petizione rivolta a tutto il personale della scuola per promuovere la campagna di raccolta firme che apre la nuova stagione di mobilitazione su tutto il territorio nazionale.
Al centro, il ruolo della contrattazione come strumento principale di esercizio del diritto del lavoro, il valore della collegialità per far ripartire un’idea di scuola come comunità democratica e l’affermazione dei principi-cardine di una amministrazione semplice, dalla funzionalità trasparente.
Le firme raccolte verranno consegnate alla Presidenza del Consiglio in occasione della manifestazione nazionale delle RSU prevista il prossimo 28 aprile a Roma.