Azione Scuola impugna il bando di concorso per abilitati della II fascia. E’ necessaria una massiccia adesione per poter dare un risalto politico e sociale forte all’opinione pubblica e ai giudici del Tar che saranno chiamati a pronunciarsi. Gli abilitati Pas, Tfa, SFP e Diplomati magistrali non devono fare nessun concorso, a meno che non sia per soli titoli o si voglia procedere ad una fase di transizione attraverso l’avvio di un piano pluriennale di immissioni in ruolo in parallelo al Turn Over, nel rispetto delle precedenze di chi si trova nelle Gae. Ricordiamo che le stesse, come dice la stessa Legge 107, non potranno essere chiuse fino a che non verranno completamente svuotate. Azione Scuola invita ed esorta pertanto tutti gli abilitati della II fascia delle Graduatorie di Istituto ad aderire al ricorso per impugnazione del bando. La scadenza delle iscrizioni è fissata per giovedì 24 marzo 2016.

Modalità di adesione

Per aderire al ricorso per impugnazione del bando di concorso basta chiedere la modulistica ad azionescuola2015@gmail.com; bisogna compilare il modulo di adesione oltre a firmare la procura alle liti, anticipando il tutto via mail a pirainovalentina@gmail.com con avviso di lettura insieme alla ricevuta della domanda di partecipazione al concorso.
Successivamente spedire il tutto per Raccomandata 1 a:
STUDIO LEGALE Valentina Piraino all’indirizzo di Via dei Castani 243 00171 Roma.
Il bonifico va effettuato in favore di ASSOCIAZIONE CULTURALE AZIONE SCUOLA
IBAN:  IT36Q0760113800001028370961.
Il pagamento potrà essere effettuato anche in due tranches.
In questo caso indicare in causale la dicitura acconto (saldo), oltre a specificare il nome e cognome del ricorrente.
Sulla busta scrivere SPECIALE CONCORSO DOCENTI
Riassunto dei documenti allegati da spedire per Raccomandata 1:
Procura alle liti firmata;
Modulo di adesione al ricorso per impugnazione dei bandi;
(chi ha più di 36 mesi di servizio deve barrare la casella apposita);
Copia di un documento di identità e codice fiscale.

Loading...