Azione Scuola

Azione Scuola annuncia l’intenzione di voler impugnare davanti al TAR dm.495/2016 pubblicato il 22 giugno scorso. E’ importante a tal fine, per chi intendesse aderire, inoltrare la diffida di inserimento nelle Gae entro e non oltre l’8 luglio, intendendo questo come il termine in cui devono pervenire la raccomandate con avviso di ricevimento a Viale Trastevere e agli USR di competenza. Il ricorso promosso da Azione Scuola verterà a richiedere la declaratoria di nullità ed ottenere così l’inserimento nelle GAE per tutti i docenti abilitati con il PAS iscritti nella II fascia delle graduatorie di istituto. Analoga azione verrà proposta anche per gli abilitati col TFA I e II ciclo. Il dm495 che verrà impugnato è disponibile di seguito:dm 495 (1)

Obblighi e scadenze

Il termine per le adesioni al ricorso in oggetto è fissato per il 19 luglio. Le domande pervenute oltre tale termine non verranno prese in considerazione. La scadenza per il pagamento rimane fissata invece entro e non oltre il 15 agosto 2016. Sarà bene ricordare che una volta rilasciata la propria adesione, che verrà formalizzata con il conferimento dell’incarico alla rappresentanza presso il Tar allo studio legale che patrocina il ricorso, non sarà possibile revocarla perdendo quanto versato. Per avere la Procura alle Liti occorre richiederla alla seguente casella di posta elettronica: azionescuola2015@gmail.com

Potrebbe interessarti:  Chi comanda davvero al Miur

Istruzioni

I passaggi da seguire per aderire al ricorso si riassumono essenzialmente così: spedire la diffida di inserimento in Gae al MIUR e all’USR per raccomandata con avviso di ricevimento in modalità 1. La ricezione avviene entro 24 ore dalla spedizione. Il termine per la presentazione è il giorno 8 luglio. Oltre a richiedere per email la procura alle liti occorrerà compilare i moduli che si trovano in allegato al seguente link:
http://azionescuola.org/ricorso-al-tar-per-limmissione-nelle-gae-degli-abilitati-con-pas