Foto Fabio Cimaglia / LaPresse01-03-2016 RomaPoliticaVirginia Raggi ospite di Porta a PortaNella foto Virginia RaggiPhoto Fabio Cimaglia / LaPresse01-03-2016 Rome (Italy)Virginia Raggi guest at Porta a PortaIn the pic Virginia Raggi

Il presidente della Associazione Nazionale Presidi (ANP) di Roma e Lazio, Mario Rusconi, ha lanciato un appello in merito alle segnalazioni che sono state fatte da molti dirigenti scolastici, riguardanti le strutture scolastiche della zona di Roma.

Ultime news scuola, lunedì 31 ottobre 2016: ANP ‘Nelle scuole controlli random e solo su richiesta’

Un problema più che mai urgente da affrontare tenendo conto delle notizie più che preoccupanti collegate al terremoto di ieri mattina, domenica 30 ottobre, che ha letteralmente devastato il Centro Italia, senza per altro, fortunatamente, causare delle vittime.

Loading...
“I controlli nelle scuole di Roma ci risultano random e su segnalazione dei presidi: chiediamo alle amministrazioni competenti maggiore serietà, Comune e Città metropolitana non possono andare a controllare solo dove ci sono segnalazioni perché i responsabili sono loro – ha denunciato Rusconi.

Terremoto, Virginia Raggi: ‘Stiamo effettuando controlli immediati’

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha prontamente dichiarato all’agenzia di informazione Ansa: “Abbiamo imposto la chiusura alle scuole comunali e chiesto alle scuole secondarie coordinandoci anche con città metropolitana. In queste 48 ore stiamo effettuando controlli immediati per capire se il terremoto ha causato lesioni, crepe e crolli che ne impediscono la riapertura nella giornata di mercoledì. Nel frattempo abbiamo avviato un percorso molto più approfondito di verifica per riuscire ad ottenere un certificato sulla staticità degli edifici. Questa era un’attività che non era stata fatta, che necessita di essere avviata in maniera molto capillare e che ovviamente richiede tempo. Le due attività proseguono in parallelo”. Dal Campidoglio, tra l’altro, sottolineano che oggi, lunedì 31 ottobre, era già stata prevista la chiusura per tutte le scuole della città.
Una situazione che andrà costantemente monitorata nelle prossime ore per evitare che possano accadere delle stragi come quella di 14 anni fa a San Giuliano di Puglia, in provincia di Campobasso, dove il 31 ottobre 2002 morirono una maestra e 27 bambini.