Scuola, precariato ultime notizie
Scuola, precariato ultime notizie

Nella giornata di ieri, 21 novembre 2016, presso la commissione bilancio della camera dei deputati, sono stati posti in discussione vari emendamenti, presentati all’attuale legge di bilancio, fra i quali la proposta emendativa di finanziare 500 milioni di euro al progetto 0-6 con particolare riguardo alla situazione nel mezzogiorno e che interessa soprattutto i docenti della scuola dell’infanzia volti ad ottenere, finalmente, un contratto a tempo indeterminato. E’ stato discusso, altresi’, l’emendamento per finanziare le università e, con queste, l’attività dei ricercatori, oltre  a quello, ormai approvato, che consente all’ Inail di finanziare la costruzione di nuovi edifici scolastici, per il cui scopo, sarebbero stati approvati 100 milioni di finanziamenti.

Emendamenti alla Legge di Bilancio, cosa sapere

Tuttavia, attualmente, non sono stati resi noti gli emendamenti sul trattamento da riservare ai docenti precari, abilitati e non, della scuola italiana, non ancora inseriti nelle Graduatorie provinciali ad esaurimento  e quello sui fondi da assegnare al rinnovo del contratto bloccato da sette anni. Peraltro non si sa nemmeno quando avverrà la discussione dei suddetti emendamenti e, quindi se saranno approvate le proposte emendative al riguardo.
L’attuale situazione, consistente nel non voler far conoscere quali siano e quando saranno discussi gli emendamenti per i docenti precari abilitati e non, ancora una volta, dimostra lo scarso interesse che questo governo, il ministero dell’istruzione e tutti i deputati del parlamento hanno per questa categoria che ,ribadiamo, non sono piu’ disposti a compromessi e gridano, ad alta voce, l’esecuzione del diritto loro acquisito ormai da anni, l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, per poter finalmente stipulare contratti a tempo indeterminato ed ottenere quindi il ruolo.
I docenti precari abilitati, inoltre, sono contrari, alla proposta emendativa che prevederebbe il loro inserimento nelle gae ma in una fascia aggiuntiva e non in base all’effettivo punteggio maturato, per le ragioni che sono state specificate nel precedente comunicato.
Per tali ragioni, invitiamo i deputati tutti, con proposta bipartisan, a modificare l’emendamento in questione, prevedendo l’inserimento dei precari abilitati, diplomati magistrale, docenti abilitati con tfa e pas, nelle graduatorie provinciali ad esaurimento sulla base del punteggio realmente acquisito sia in virtu’ dei titoli posseduti sia con la stipula di contratti a tempo interminato. Continuate a seguirci, vi informeremo su tutte le news sulle sedute del parlamento che coinvolgono i docenti precari abilitati e non.
Iniziativa dei docenti precari abilitati non inseriti nelle graduatorie ad esaurimento.
Gruppo facebook: https://www.facebook.com/groups/232190047183624/
Avv. Anna Fasulo
 

Loading...