Partigiani della Scuola Pubblica, il corteo della manifestazione a Roma il 27 novembre 2016
Partigiani della Scuola Pubblica, il corteo della manifestazione a Roma il 27 novembre 2016

Quest’oggi si è svolta a Roma, presso Piazza della Repubblica, una manifestazione dei Partigiani della Scuola Pubblica per ribadire il loro ‘NO‘ al prossimo Referendum Costituzionale, che si svolgerà domenica 4 dicembre 2016. Pubblichiamo interamente il testo del Comunicato Ufficiale PSP.

Il Comunicato ufficiale dei Partigiani della Scuola Pubblica

PSP ALLA GRANDE MANIFESTAZIONE DEL 27 NOVEMBRE A ROMA PER IL NO SOCIALE AL REFERENDUM COSTITUZIONALE. C’E’ CHI DICE NO!

Piazza della Repubblica, a Roma, oggi si è riempita dei colori del popolo del NO al referendum costituzionale.
Donne e uomini, studenti ed insegnanti, madri e padri con i loro figli, tutti insieme per dire NO a chi vuole stravolgere la Costituzione, a chi sostiene che il nostro Paese ha bisogno di una riforma votata da un Parlamento delegittimato dalla Corte Costituzionale, a colpi di maggioranza e che sottrae sovranità popolare ai cittadini.
Una riforma confusa, pasticciata alla quale oggi decine di migliaia di persone ha detto un fermo NO.
In un’atmosfera di fiducia e di speranza, di allegria e festa i movimenti oggi si sono uniti e hanno manifestato insieme. Un fiume di popolo si è diretto verso Piazza del Popolo.
Un corteo pacifico, sereno quanto determinato nelle sue ragioni, ha attraversato le strade di Roma.
Abbiamo percorso qualche chilometro prima di trovarci praticamente in campagna, lontano da qualsiasi abitazione. Il percorso concesso dalla Questura ci ha condotto, incredibilmente, sotto il Muro Torto.
Ma non ci siamo certo scoraggiati per questo vano tentativo di allontanare il popolo dalle strade romane e dalla vista dei cittadini.
Come un fiume in piena siamo entrati in Piazza del Popolo e l’abbiamo riempita dei nostri colori, delle nostre ragioni, della nostra lotta e delle nostre speranze. Oggi Roma sorrideva insieme all’Italia tutta, mentre il nostro NO si diffondeva ovunque.
(Fonte: http://partigianidellascuolapubblica.org)

Loading...