Roma: corteo per il NO

Si è svolta a Roma, pacificamente e senza incidenti, una marcia di docenti che sfilavano per il No al referendum. Questa settimana in cui tutto ciò che riguarda la scuola, dagli aumenti contrattuali in busta paga alla Legge di Bilancio che dovrebbe contenere importanti misure contro il precariato scolastico, tutto è congelato nell’attesa dell’evento del 4 dicembre. Sabato scorso, sempre a Roma, si era tenuta quella del M5S che ha sfilato da S.Paolo alla Bocca della Verità con gli analoghi appelli da parte dei ‘grillini’. Il messaggio che si voleva dare è quello che non succederà il finimondo se vince il NO.

Il risultato non influenzerà l’ecomomia

Diverse testate giornalistiche e organizzazioni internazionali hanno paventato uno scenario negativo per l’Italia in caso di vittoria dei No. Il Sì è la condizione per uscire dalle secche della crisi e restituire slancio al Paese, dicono. Di diverso avviso altre testate, come ad esempio l’Economist, che puntano il dito contro la mancanza di vere riforme necessarie, scegliendo l’unica che non era quella che ci voleva e che non è vero che il NO condizionerebbe l’andamento dei mercati e dell’economia. Tipico esempio di ciò la Brexit che dopo una iniziale discesa ha restituito ottimismo sulle borse londinesi.

Loading...

Il messaggio dei docenti

Domenica 27 novembre 2016 le strade del centro di Roma erano un fiume in piena: anche stavolta nelle strade della capitale una sola voce per dire “NO ” alle modifiche costituzionali. Oggi lo urlano dopo che in questi mesi ci hanno messo la faccia da cittadini e da insegnanti e domenica andranno tutti ad esprimerlo attraverso il voto che palesano apertamente.  Non è un segreto anzi; sarà un onore aver difeso la democrazia ,la libertà e la sovranità popolare, dicono fieri. In ballo c’è il futuro loro e dei loro studenti.

Le Ragioni del Sì

Chi ha sfilato per il Sì al referendum, come a Catania sempre domenica passata, ha voluto invece ribadire la necessità di sbloccare il Paese da alcuni lacci che lo tengono frenato. La manifestazione è stata promossa dai giovani democratici. Manca poco oramai per conoscere l’esito del voto del prossimo 4 dicembre.