Test di ingresso

Sui test di ingresso all’Università esiste la possibilità di cambiare. Ne sono convinti all’Università Cattolica di Milano che avvia la novità che prenderà il via dal prossimo anno accademico. Nel prestigioso ateneo meneghino sarà possibile evitare i test di ammissione con i quiz per accedere a Scienze Bancarie e Psicologia. La condizione per essere ammessi ai corsi universitari è quella di possedere una media del 7 già dal quarto anno di liceo. Si tratta di un metodo che intende premiare i più bravi e che se avrà successo potrebbe costituire un buon suggerimento per il Miur.

Valorizzazione del merito

Dunque niente più esami di ammissione per chi vuole iscriversi a Scienze Bancarie alla Cattolica. Se in possesso della media del 7 questi studenti affronteranno direttamente un colloquio con i docenti universitari tendente a dimostrare le reali motivazioni a seguire questo percorso di studi. Come tiene a precisare il preside della facoltà Elena Beccali, lo scopo è quello di valorizzare il merito e la determinazione degli studenti. Pochi i posti a disposizione (solo 230) per una domanda di gran lunga superiore all’offerta messa a disposizione dall’ateneo milanese. Basteranno poche settimane per registrare il tutto esaurito.

Loading...

I corsi di laurea accessibili col nuovo metodo di ingresso

La sperimentazione è stata estesa alla Bicocca e interesserà ben 5 indirizzi universitari: oltre a Scienze Bancarie il metodo innovativo verrà sperimentato anche su Psicologia, Scienze dei materiali, Ottica e Optometria, Scienze e tecnologie chimiche. Per accedervi occorrerà avere una media superiore al 7,5 già in terza e quarta liceo. Unica differenza a Psicologia dove il 50% sarà soggetto a questa valutazione, mentre il restante 50% (110 posti) dovrà invece fare il classico test.

Incentivi

Ci si potrà iscrivere a Psicologia prima di conseguire il diploma, spiega il preside della facoltà Prof. Claudio Bosio. In questo modo si evita lo stress di preparare due esami e si può avere l’opportunità di accedere alle borse di studio per merito che fornisce l’università. Se l’iscrizione viene fatta entro marzo si potrà infatti partecipare alla selezione delle agevolazioni che la Cattolica offre a maggio.