Punteggio paritarie

Scuola, ricostruzione carriera 2016/17 docenti: domanda al 31 dicembre e calcolo preruolo
I docenti neo assunti,che hanno superato l’anno di prova, potranno presentare entro il 31 dicembre 2016 la domanda di ricostruzione di carriera.La suddetta scadenza è stata espressamente inserita nella legge sulla c. d. Buona scuola emanata dal ministro dell’istruzione Giannini e dall’attuale governi renzi.Giova ricordare che che il termine di scadenza non è perentorio poiché la prescrizione per poter inserire il servizio pre ruolo prestato dai docenti,come precari appunto,è prevista entro il compimento del decimo anno dalla decorrenza del diritto. Il servizio pre ruolo riconosciuto ai docenti neoassunti inoltre si riferisce a precise regole stabilite dalla legge.

Quali i requisiti che i docenti neo immessi in ruolo devono possedere per presentare domanda di ricostruzione della carriera:

 
Superamento anno di prova:
I docenti che possono presentare domanda di ricostruzione di carriera sono gli insegnanti di ruolo che, alla data del 31 agosto 2016, o al termine del mese di agosto di tutti gli anni precedenti, qualora non avessero presentato mai tale domanda, abbiano superato l’anno di prova. L’anno di prova, calcolato dall’assunzione in ruolo del docente al successivo 31 agosto, si matura con il servizio effettivo di centoottanta giorni. Ossia,non è sufficiente che il docente abbia superato il colloquio conclusivo, ma dovrà essere trascorso anche il tempo imposto dalla legge cioè la fine del mese di agosto.
A chi inviare la domanda di ricostruzione carriera?
I docenti in possesso dei suindicati requisiti potranno inviare la domanda per la ricostruzione della carriera alla scuola di titolarità a cui appartengono.
 
Come avviene il riconoscimento del servizio preruolo prestato?
 
L’accettazione della domanda presentata spetta al dirigente della scuola che dovra’ redigere apposito provvedimento di riconoscimento del servizio preruolo prestato dal docente.
La scuola, nella persona del dirigente,dovrà emanare il suindicato provvedimento entro trenta giorni dall’avvenuta presentazione della domanda, così come prescritto dalla nuova normativa riguardante i provvedimenti amministrativi.
 

Loading...