Vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi l’incredibile vicenda accaduta a Moncalieri di quel bimbo di sette anni, mai registrato all’anagrafe e quindi, in pratica, ‘inesistente’ per la società: nessun vaccino, nessun contatto con il mondo esterno, nessuna scuola e nessuna istruzione.
Il quotidiano torinese ‘La Stampa’ ha raccolto alcune dichiarazioni rilasciate dal padre di Daniel, ex tecnico di radiologia, originario della provincia di Bergamo: l’uomo ha affermato di essere malato, affetto da un morbo rarissimo per il quale si reca periodicamente in Francia per sottoporsi a cure e protocolli sperimentali.

Ultime notizie caso Daniel, ‘il bambino invisibile’: il padre ‘E’ colpa mia, avevamo paura che ce lo portassero via’

‘Ho commesso un grave errore e mi assumerò tutte le responsabilità, anche il carcere se necessario – ha dichiarato l’uomo al giornalista de ‘La Stampa’ – Ma ciò che voglio dire è che dopo esserci accorti, io e la mamma di Daniel, che non avevamo registrato il bambino, abbiamo avuto paura che ce lo portassero via e questa angoscia si è impossessata di noi. Per molto tempo, fino all’altro giorno, ho sperato che qualcuno si presentasse e scoprisse tutto, ma non è successo. Molte persone sapevano che Daniel non andava a scuola – ha continuato nel suo racconto il padre di Daniel – I nonni, gli zii lo sapevano e poi non è vero che nostro figlio non avesse amici: alcuni compagnetti venivano a trovarlo a casa. Mi rendo conto che ciò che è accaduto è gravissimo. Ho già telefonato ai carabinieri e mi presenterò da loro’.

Loading...

Daniel, il bambino ha quasi otto anni e non è mai andato a scuola: ‘Molti lo sapevano’

Nell’intervista, viene chiesto all’uomo perchè mai abbia deciso di fornire una falsa identità in ospedale il giorno della nascita di suo figlio. A tale domanda, l’uomo ha deciso di non rispondere. Poi la domanda fatidica: perchè Daniel è stato sottoposto a tutte queste privazioni? Tra le lacrime, l’uomo ha risposto: ‘Io e la madre avevamo paura che ce lo prendessero gli assistenti sociali’.

Loading...