Bonus al merito, la denuncia USB Ragusa:
Bonus al merito, la denuncia USB Ragusa: "Vogliamo i nomi dei meritevoli"

La questione legata al bonus valutazione docenti è ancora al centro di discussioni sulle reti social. Quanto accaduto durante il primo anno di assegnazione dei premi agli insegnanti più ‘meritevoli’ non ha soddisfatto nessuno, nemmeno chi ha ricevuto il bonus. Soprattutto sono piaciuti davvero poco i criteri discrezionali che sono stati applicati, spesso con assoluta e ‘sorprendente originalità’. Non è piaciuto neanche il fatto che la scuola non abbia reso noto nè i nominativi degli insegnanti che si sono visti ‘premiare’ dal dirigente scolastico, nè tanto meno i criteri che sono stati adottati nella scelta.

Bonus valutazione docenti: se il dirigente scolastico ‘copre’ i nomi degli insegnanti ‘premiati’

A questo proposito, segnaliamo una lettera inviata al quotidiano ‘Italia Oggi‘ (edizione di oggi, martedì 6 dicembre 2016), dove un docente scrive così:
‘Il dirigente della mia scuola ha individuato i docenti aventi diritto al bonus per il merito senza rendere noti i nominativi e i criteri adottati. Cosa posso fare per tutelarmi?’
Antimo Di Geronimo, celebre firma storica del giornale nonchè docente ed esperto in materia, ha risposto al quesito che è stato formulato.

Loading...

E’ possibile chiedere l’accesso agli atti

‘L’interessato ha titolo a prendere visione degli atti tramite i quali il dirigente ha dato effettività alle proprie decisioni in ordine all’individuazione degli aventi titolo al bonus. Il diritto di accesso va azionato a domanda, ai sensi degli articoli 22 e seguenti della legge 241/90, avendo cura di specificare nell’istanza che l’interesse giuridico qualificato da cui muove l’azione consiste nella necessità di prendere contezza dei criteri adottati dal dirigente e della procedura applicata per la determinazione dei compensi e per l’individuazione degli aventi titolo, così da informare il proprio comportamento, in futuro, ad una condotta volta ad ottenere gli stessi benefici.’
Dunque, nel caso in cui i nominativi dei docenti ‘premiati’ non siano stati resi noti, è possibile chiedere l’accesso agli atti secondo quanto specificato sopra al fine di poter ottenere gli stessi benefici.