La Laurea di Valeria Fedeli

La Laurea di Valeria Fedeli, neo ministro del Miur, è stata oggetto di pesantissimi attacchi da parte di esponenti politici e del mondo accademico. Ma in questa video intervista concessa a Fanpage.it interviene la Prof.ssa Mara Tognetti, presidente del corso di laurea in Servizio sociale all’Università Bicocca di Milano e coordinatrice della consulta nazionale dei corsi di laurea in servizi sociali, a riportare chiarezza sulla Laurea di Valeria Fedeli. Per ascoltare l’intervista integrale basta cliccare qui sotto:
https://www.youtube.com/watch?v=jG13vcSVeac
 

La spiegazione

“La ministra ha ragione, quel titolo di studio è stato equiparato alla laurea in Servizio sociale”. Queste le dichiarazioni rilasciate dalla Prof.ssa Tognetti ai microfoni di Fanpage.it.  In pratica si tratta di un titolo che equivale ad una laurea breve triennale.  Si tratta di una laurea recente, istituita dal 2000. Per conseguire questo titolo è necessario un esame di Stato che legittima una figura professionale preordinata.

Loading...

Le obiezioni

Una spiegazione che non convince nessuno, così come quell’errore lessicale col quale si era tentato di giustificare lo svarione linguistico. Non solo viene contestata la validità del titolo come equiparato ad un corso di laurea triennale, l’obiezione che viene sollevata in giro. Il neo ministro non possiede nemmeno il diploma di maturità, perché in realtà ha fatto un corso di studio triennale di Scuola magistrale (che è ente diverso rispetto all’Istituto magistrale che dura quattro anni più un quinto cosiddetto «integrativo») al termine del quale non sono previsti esami assimilabili a quello di maturità.

Loading...

La bocciatura

Sui social è girata anche una vignetta nella quale di ritrae Valeria Fedeli in Parlamento interrogata da un deputato che gli chiede “ma almeno l’asilo lo hai fatto?” A parte la battuta, quello che proprio non piace è che per i docenti gli esami e i corsi non finiscono mai mentre invece, per chi siede in parlamento nonostante avesse detto che si sarebbe ritirato in caso di vittoria dei NO, non serve un titolo di studio.