Scuola. riparte la trattativa tra il Miur e i sindacati scuola
Scuola. riparte la trattativa tra il Miur e i sindacati scuola

La trattativa Miur – Sindacati scuola continua. Gli argomenti principali trattati ieri, 22 dicembre 2016, nel corso del primo vero incontro tra le maggiori organizzazioni sindacali e la ministra Valeria Fedeli sono stati tanti, in particolare: la questione della mobilità per il prossimo a.s. 2017/18, il rinnovo contrattuale di tutto il comparto del P.i., il prossimo concorso per i Dirigenti Scolastici, la questione delle deleghe, la stabilizzazione di buona parte del personale ATA ed altro ancora.

La Fedeli favorevole all’Accordo del 30/11 sul rinnovo del Contratto

In relazione alla questione del rinnovo dei contratti per i lavoratori del Pubblico impiego (con 85 euro di aumento medio sugli emolumenti dei dipendenti statali), la Fedeli ribadisce la sua precisa volontà di proseguire verso la direzione dell’Accordo fissato già lo scorso 30 novembre tra i sindacati e il Governo. Valeria Fedeli è chiara ed irremovibile, dichiarando l’imminente emanazione di un Provvedimento/Atto d’indirizzo propedeutico alla trattativa futura su tale questione. Quell’accordo, ricordiamolo, da molti addetti ai lavori era stato giudicato un accordo ‘pre referendario’, ovvero un modo per fare oscillare sensibilmente l’opinione degli elettori verso il ‘Si’.

Loading...

Mobilità personale della Scuola, molte perplessità dopo il recente parere della Consulta a proposito degli ‘Ambiti Territoriali’ e delle ‘Reti di Scuole’

Forti perplessità permangono sulla questione della mobilità del personale docente, oggi titolari su scuole molto distanti dalle loro sedi di origine. I maggiori timori sono dovuti essenzialmente alla recente sentenza della Consulta che ha stabilito la costituzionalità sia degli ‘Ambiti Territoriali’ che delle ‘Reti di Scuole’. Questi due argomenti, infatti, sono stati sin da sempre le ‘Spade di Damocle’ per chi ha contestato la Buona Scuola di Matteo Renzi. Nonostante tutto, l’incontro di ieri ha sostanzialmente confermato la volontà comune a tutti (compreso del Miur) di risolvere i problemi legati alla distanza della sede lavorativa di parecchi insegnanti e il conseguente rientro degli stessi presso le rispettive provincie di residenza. La questione, a quanto pare, non sarà di facile risoluzione ma gli accordi futuri serviranno proprio a superare gli attuali ostacoli normativi generati dal predetto parere espresso della Corte Costituzionale su questo delicato argomento.

Scuola: in forse anche le Deroghe, il numero lo stabilisce il Mef

Per quanto riguarda la tematica delle ‘deroghe’, di cui tanto si fa un gran parlare, la ministra Fedeli pare aver confermato la volontà di chi l’ha preceduta nel suo prestigioso incarico al Miur. Essendo quest’ultimo un ministero senza portafoglio, però, la determinazione del numero delle cattedre in organico di fatto che saranno (almeno si spera) trasformate in organico di diritto riguarderà in futuro direttamente il Ministero dell’Economia e Finanza, che ha, invece, potere di spesa.

Nuovo incontro il prossimo 28 dicembre 2016 per la trattativa Fedeli – sindacati scuola

Alla fine dell’incontro di ieri le parti hanno stilato un calendario, fissando un articolato programma di futuri impegni e appuntamenti. Si partirà con il prossimo incontro, fissato già ieri, per mercoledì 28 dicembre 2016. In quella occasione saranno affrontati questioni estremamente importanti come per esempio la mobilità del personale docente e la revisione delle nuove classi di concorso.