Scuola, TFA sostegno ultime notizie 27 dicembre 2016: Miur impedisce accesso diretto ai docenti idonei

Le ultime notizie scuola, ad oggi martedì 27 dicembre 2016, riguardano il bando relativo al TFA sostegno e alla ferma presa di posizione assunta dal sindacato Anief nei confronti del Ministero dell’Istruzione. Qual è il motivo delle rimostranze mosse nei confronti del dicastero di Viale Trastevere e del neo ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli?

Scuola, TFA sostegno ultime notizie 27 dicembre 2016: Miur impedisce accesso diretto ai docenti idonei

Il Ministero dell’Istruzione ha deciso di escludere dall’accesso diretto al TFA (tirocinio formativo attivo) specializzante per il sostegno agli studenti disabili, tutti i docenti risultati idonei all’ultima selezione e che non hanno avuto modo di svolgerlo.
A questo proposito il sindacato Anief esprime tutto il proprio disappunto per quella che viene considerata una vera e propria ingiustizia: ‘Rimane un mistero, perché l’amministrazione abbia voluto negare loro la possibilità di iscrizione ai corsi in soprannumero, dopo che questi docenti sono risultati idonei alla precedente selezione e ritrovati in posizione di graduatoria successiva all’ultimo iscritto”.

Loading...

Anief: ‘E’ illegittimo escludere accesso diretto al TFA sostegno per docenti idonei, partiranno i ricorsi’

Secondo i legali Anief, tali determinazioni, che negano l’iscrizione automatica al corso TFA sostegno, previa domanda, senza doversi sottoporre alla prova preselettiva, risultano palesemente illegittime.

Loading...
‘Il nostro sindacato ha già avviato le procedure per aderire al ricorso – ha dichiarato il Presidente Anief Marcello Pacifico – e per permettere a tutti i candidati docenti, già abilitati e risultati in precedenza idonei, di ottenere l’accesso diretto all’imminente secondo ciclo di Tirocinio Formativo Attivo per il sostegno agli allievi con disabilità o limiti di apprendimento certificato. Il Miur farebbe bene a rivedere, con il prossimo bando di avvio dello stesso concorso TFA sostegno, l’errore presente nel decreto n. 948. In caso contrario, dovrà spiegare ai giudici i motivi di quella esclusione illogica’.