Ultime notizie scuola, martedì 27 dicembre 2016: in una scuola di Flero, divieto di cantare 'Astro del ciel'
Le ultime notizie scuola ad oggi, martedì 27 dicembre, ci riportano a quanto accaduto a Flero, in provincia di Brescia, dove gli alunni di una scuola non hanno potuto cantare il famoso brano natalizio tradizionale ‘Astro del ciel’ per “non offendere altre fedi”.

Ultime notizie scuola, martedì 27 dicembre 2016: in una scuola di Flero, divieto di cantare ‘Astro del ciel’

Non si tratta di un episodio del tutto nuovo perchè le cronache, nei giorni scorsi, si erano occupate di quanto accaduto in un altro paese del bresciano, per l’esattezza a Pontevico, dove la dirigente scolastica Paola Bellini aveva deciso di sostituire alcune parole contenuto nel testo della famosa canzone Merry Christmas.
Invece di far cantare ai bambini la frase “canta perché è nato Gesù”, nelle fotocopie che sono state distribuite ai bimbi della scuola elementare, si poteva leggere: “canta perché è festa per te”.
Inutile dire che l’ultimo episodio accaduto a Flero ha suscitato una valanga di polemiche e di proteste.

Scuola, vicenda Flero: Rita Pavone, duro commento su Twitter

Il sito web del noto quotidiano ‘Il Giornale’ ha dato ampio risalto alla vicenda, riportando il durissimo commento della nota cantante Rita Pavone, la quale ha denunciato: “E Cristo lo hanno ucciso per l’ennesima volta! Giuda Iscariota!!”
Un caso che ha persino calamitato l’attenzione della politica. Infatti Riccardo De Corato, capogruppo in Regione Lombardia di Fdi-A ha duramente condannato l’episodio, definendolo ‘Una Vergogna.’
‘Quanto accaduto a Flero in provincia di Brescia dove è stato impedito, ai bambini della scuola elementare, di cantare la canzone natalizia Astro nel Ciel, consentendogli solo di intonarla solo perché, le parole di questo canto religioso, potevano apparire un’offesa ad altre religioni è semplicemente vergognoso. – ha dichiarato l’esponente di destra – Ai bambini di quella scuola del bresciano si impedito di cantare un motivo tipicamente religioso e natalizio solo perché alcuni insegnanti non gradiscono il canto di alcuni motivi che sono tradizionali nei giorni di Natale e che potrebbero dar fastidio ai bambini di fede islamica?’.