graduatorie di istituto

Le Graduatorie di Istituto vengono riaperte a nuovi inserimenti grazie ad una modifica apportata nel Milleproroghe. Questo è stato fatto nella giornata di ieri. E’ stato modificato infatti il comma relativo inserito nella Legge 107. Anche i neolaureati adesso potranno iscriversi in terza fascia. Si tratta della seconda modifica apportata alla riforma dall’insediamento di Valeria Fedeli al Miur. Per la riapertura delle Graduatorie di Istituto con l’inserimento in III fascia bisognerà attendere ora la prossima primavera.

Correttivi in atto

Che la legge 107 e anche il DPR 23 febbraio 2016 contengano degli errori è cosa nota a tutti. L’impossibilità di garantire la continuità didattica in tutte le scuole ha indotto a correre ai ripari. Con la modifica alla mobilità si è cercato di mediare le esigenze dei residuali delle Gae e dei neo assunti. Nel giro di tre anni si conta di svuotare le Graduatorie ad Esaurimento e le GM. Ma per tantissime classi di concorso mancano ancora docenti e dunque si ricorre alle supplenze. Su questo fronte, in attesa che si avvi il nuovo reclutamento ed una fase transitoria, si agisce sul comma 107.

Loading...

L’aggiornamento in questione

La modifica appare in Nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.304 del 30-12-2016. All’articolo 1, comma 107, della legge 13 luglio 2015, n. 107, le parole: «2016/2017» sono sostituite dalle seguenti: «2019/2020»”. Questo si è reso necessario in quanto solo il possesso dell’abilitazione consente di iscriversi in II fascia. Ma dal momento che le graduatorie sono esaurite, per mandare avanti le scuole i Dirigenti Scolastici hanno dovuto fare ricorso ai neolaureati. Attraverso l’invio delle Mad è stato così possibile conferire gli incarichi di supplenza. La misura in questione è stata adottata anche per evitare ulteriori ricorsi. Sono moltissimi infatti i docenti che si sono rivolti ai legali per ottenere gli inserimenti. Resta confermato al 2019/2020 l’aggiornamento triennale delle Graduatorie ad Esaurimento. Per la proroga delle deleghe invece l’appuntamento è previsto entro il prossimo 15 gennaio del nuovo anno.

Loading...