Comunicato Unicobas
“Palazzo degli Elefanti, Catania.
La Camera Generale di Base dell’ Unicobas domani incontrerà alle ore 17,00 il Vice Presidente Vicario del Consiglio Comunale di Catania, dr. Sebastiano Arcidiacono. Toccherà a me spiegare le ragioni per le quali la Federazione Sindacale dei Comitati di Base ritiene che in materia di politiche scolastiche, sociali e delle Partecipate sia urgente che il Consiglio Comunale e la Giunta programmino apposite iniziative a sostegno dei bisogni degli Studenti, degli Alunni diversamente abili, dei Cittadini, del Personale della Scuola. Le Partecipate non possono essere terre di incursione dei politici di turno, bensì strumenti regolatori dei servizi da erogare alla Cittadinanza.”

Unicobas apre la “Vertenza Catania”

Gravi sono le problematiche afferenti il terzo settore, le disabilità, l’insuccesso scolastico e formativo. A tale proposito la crisi Anfe(con l’azione giudiziaria in corso) determina danni incolmabili ai lavoratori della formazione professionale, ai corsisti, agli studenti in obbligo formativo.
Peggio che andar di notte per la dispersione scolastica, si passa dal 15% dei licei al 25% dei professionali. Non esistono, o quasi, a Catania il tempo pieno, prolungato e le sezioni ad orario intero della scuola dell’ Infanzia, solo classi pollaio in aule quasi prive di riscaldamento.
Iscriviti al gruppo facebook scuola, clicca qui
Unicobas apre la “Vertenza Catania”, la Città e l’Area Metropolitana non possono più aspettare .
Unicobas respinge ogni forma di deregulation e di sussidiarietà dei sistemi sociali e scolastici.
Il presente comunicato viene trasmesso alle forze politiche e consiliari, alla stampa, alle emittenti.
Catania 16/01/2017
Francesco Tomasello segretario di Cib Unicobas Sicilia. 
Sede Regionale Sicilia  
Catania (CT) 95128
Via G.Patanè 15/c (piano 5°) Si riceve su appuntamento.
Email: unicobassicilia@live.it
Fax: 095/5184716
Cellulare: 338/7324232
Sede Regionale Sicilia Prof. Francesco Tomasello (Segretario Regionale)
 
Iscriviti al gruppo facebook scuola, clicca qui