Stipendi PA: non ci s ono soldi solo per la scuola
Stipendi PA: non ci s ono soldi solo per la scuola

Gli stipendi della scuola restano ancora una nota dolente, ancora di più dopo i dati diffusi ieri. Da un esame della Ragioneria di Stato, i dipendenti pubblici della scuola, dall’anno 2005, hanno visto un aumento dello stipendio dell’11,8%. Ma che dire di coloro che lavorano alla presidenza del Consiglio dei ministri? Per loro l’aumento ha sforato il 45%. Una differenza enorme, che non può che farci dedurre che lo Stato sarà anche povero, ma non con tutti.
Potrebbe interessarti: Prove Invalsi, calendario Miur: bandi osservatori esterni, mansioni e compensi (in aggiornamento)

Stipendi a confronto: scuola contro politica, e non solo

Gli aumenti dello stipendio sono stati consistenti non solo per i ministri, ma anche per il personale diplomatico che ha visto un incremento del 37%. Vi sono poi i magistrati che intascano un +28,4%, e gli impegnati nella carriera prefettizia che hanno ottenuto un +22,3% . La differenza di stipendio varia anche fra i vari comparti della scuola, sottolinea la Ragioneria dello Stato. I dirigenti, nel 2015 percepiscono una retribuzione di 58.174 euro, e gli insegnanti di 29.842 euro. Ma per paradosso, l’incremento maggiore lo hanno avuto gli insegnanti (11,6% contro 6,3%). Lo stipendio medio dei docenti, dal 2005 al 2015, è aumentato di circa 200 euro.
Puoi seguire tutti i nostri articoli e aggiornamenti dalla nostra pagina Facebook.

Potrebbe interessarti:  Personale ATA: il part-time è compatibile con lo straordinario?