Bonus 500 euro Miur: esercenti non accettano più i buoni
Bonus 500 euro Miur: esercenti non accettano più i buoni

Bonus da 500 euro Miur: diversi docenti stanno segnalando che alcuni esercenti presenti in piattaforma cartadeldocente.it non accettano più di far spendere i buoni per l’auto-formazione degli insegnanti. Per quale motivo? Pare che la colpa sia proprio del Miur, che non li paga. Alcuni che partecipano al sistema già dall’anno scorso, hanno riferito di essere ancora in attesa dei pagamenti, motivo per cui si sono stancati di aspettare e non intendono accumulare altro credito. Hanno già anticipato merce per migliaia di euro e hanno paura di non essere mai rimborsati.
Potrebbe interessarti: Docenti e bonus, meccanismo complicato: scoppia il caso Amazon

Esercenti allarmati per il bonus da 500 euro: e se il Miur non paga?

Fra gli esercenti che hanno deciso di boicottare il bonus da 500 euro dei docenti, pare vi sia anche Euronics. Con la mossa di creare una piattaforma in sostituzione dell’accredito materiale, il Miur si è messo in condizioni di non dover sborsare immediatamente il denaro e mettersi in credito nei confronti dei privati. Mossa premeditata? Difficile affermarlo, ma di certo alcuni negozianti iniziano a temere. A mancare all’appello sono anche i rimborsi per i soldi spesi prima del 30 novembre. Le segreterie scolastiche non hanno ancora ricevuto nessuna istruzione. E dire che un servizio di Striscia la Notizia aveva già dato l’allarme…
Naturalmente a pagare sono sempre loro… i docenti, beffati… ancora una volta.
Puoi seguire tutti i nostri articoli e aggiornamenti dalla nostra pagina Facebook.