Invalsi 2017: calendario e bandi osservatori esterni
Invalsi 2017: calendario e bandi osservatori esterni

Il calendario delle prove Invalsi 2017 è già stato fissato dal Miur:

  • 3 maggio 2017: prova preliminare di Lettura (II primaria) e prova d’Italiano (II e V primaria);
  • 5 maggio 2017: prova di Matematica (II e V primaria) e Questionario studente (V primaria);
  • 9 maggio 2017: prova di Matematica e d’Italiano (II secondaria di secondo grado);
  • 15 giugno 2017: prova Matematica e Italiano (III secondaria primo grado – prova all’interno dell’esame di Stato)

Nel frattempo gli USR stanno pubblicando i bandi per gli osservatori esterni: che mansioni hanno e qual è il loro compenso?
Potrebbe interessarti: Perché la scuola non funziona? Il video virale che sta aprendo gli occhi al mondo intero

Osservatore esterno Prove Invalsi 2017

Il ruolo dell’osservatore esterno delle Prove Invalsi 2017 è quello di:

  1. Garantire l’applicazione corretta della somministrazione delle prove;
  2. Inserire le risposte alle prove sul foglio elettronico, che sarà alla segreteria della scuola per il successivo inoltro mediante caricamento sul sito dell’INVALSI.
telegram-scuolainforma-336x280

Possono presentare domanda:

  • Dirigenti Tecnici
  • Dirigenti Scolastici
  • Docenti collaboratori del Dirigente Scolastico
  • Docenti incaricati dello svolgimento di funzioni strumentali, con precedenza per quelli incaricati dello svolgimento di funzioni attinenti alla valutazione degli apprendimenti
  • Docenti comandanti presso gli USR, articolazioni territoriali USR, INDIRE
  • Docenti esperti già utilizzati in precedenti rilevazioni o coinvolti con compiti di formatori o di tutor dei seminari di sensibilizzazione alle indagini OCSE – PISA
  • Docenti somministratori nelle scuole campionate nell’ambito dell’indagine OCSE – PISA
  • Docenti somministratori nelle scuole campionate nell’ambito delle indagini IEA – PIRLS E IEA – TIMSS
  • Docenti con contratto a tempo indeterminato
  • Docenti con contratto a tempo determinato
  • Docente Laureato/diplomato

La precedenza spetta al personale in servizio e ai candidati più giovani. Potranno essere selezionati anche giovani laureati e diplomati, preferibilmente iscritti nelle graduatorie per l’insegnamento provinciali o d’Istituto. Spetta un compenso di euro 200,00 ciascuno per ogni classe, corrisposto solo per le prove realmente somministrate, comprensivo di oneri ed eventuali spese di viaggio e di vitto.
Leggi anche: Calendario scolastico 2016/17: date vacanze e ponti per Carnevale, Pasqua e le altre festività

I bandi regionali pubblicati per gli osservatori Invalsi

Puoi seguire tutti i nostri articoli e aggiornamenti dalla nostra pagina Facebook.