Ultime notizie scuola, sabato 11 febbraio 2017: episodio choc, studente disabile picchiato e umiliato
Un’altra triste vicenda, di quelle che non vorremmo mai raccontare ma che, purtroppo, bisogna denunciare affinchè casi come questo non accadano mai più. Un sedicenne dell‘Istituto Superiore ‘Mattioli’ di San Salvo, in provincia di Chieti, è rimasto vittima di un vergognoso atto di bullismo: lo studente disabile è stato condotto con la forza nei bagni della scuola e costretto a rimanere completamente al buio. Da lì, sono cominciati una serie di scherzi ignobili: il ragazzo è stato bagnato da capo a piedi e preso a calci mentre si trovava per terra.

Ultime notizie scuola, sabato 11 febbraio 2017: episodio choc, studente disabile picchiato e umiliato

L’aspetto ancora più triste e vergognoso di tutta questa vicenda è il fatto che gli altri studenti, anzichè chiedere l’aiuto dei professori e un loro intervento per metter fine a questo terribile atto di bullismo, hanno addirittura preso l’iniziativa di filmare la scena con il loro telefonino.
Purtroppo, la vittima è stata trovata in stato di shock ed è stato necessario l’intervento di un’ambulanza del 118 che ha trasportato il giovane disabile all’ospedale San Pio di Vasto. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri di San Salvo che dovranno ricostruire nei minimi particolari quanto accaduto.

I compagni, anzichè chiedere l’intervento dei professori, hanno filmato la scena per poi condividerla su WhatsApp

Inutile sottolineare come il video della scena raccapricciante è finito sulle chat di Whatsapp e condiviso in brevissimo tempo. Naturalmente i carabinieri stanno cercando di risalire anche a chi ha diffuso per primo le immagini di quanto accaduto, oltre ovviamente a risalire agli esecutori materiali dell’aggressione al povero studente disabile che, ora, fortunatamente, sta meglio ed ha già fatto ritorno a scuola. I responsabili della vergognosa vicenda sarebbero due, uno maggiorenne e l’altro minorenne: per loro sono già scattati i provvedimenti disciplinari scolastici, visto che sono stati sospesi.