Parlamento Europeo: abilitazione e dottorato di ricerca
Parlamento Europeo: abilitazione e dottorato di ricerca

Il dottorato di ricerca è il massimo grado di istruzione universitario ottenibile e, nonostante ciò, è poco spendibile ed apprezzato in Italia, soprattutto in campo scolastico. Molti dottori di ricerca chiedono maggiori riconoscimento e spendibilità del loro titolo di studio anche all’interno della Scuola. Il sindacato Saese – Sindacato Autonomo Europeo Scuola ed Ecologia ha portato al Parlamento Europeo questa richiesta. Il risultato è stato quello di ottenere da parte del Parlamento l’equiparazione tra dottorato di ricerca e abilitazione ma l’Italia non è obbligata a recepirla, e al momento pare che il Miur non voglia farlo. La beffa è che, sebbene sia stato un sindacato italiano a presentare ed ottenere la richiesta, ad accettare la norma sono stati altri Paesi europei.

Dottorato di ricerca e abilitazione ora sono equiparabili

Il dibattito è molto sentito e acceso nel nostro Paese, anche tra gli stessi dottori di ricerca: qualcuno è a favore dell’equiparazione e qualcun altro no. E’ vero che insegnare all’università è ben diverso che insegnare a scuola, ma è anche vero che a livello teorico un dottore di ricerca può offrire molto agli studenti. E’ auspicabile riunirsi ad un tavolo di concertazione e trovare una soluzione a questo problema tipicamente italiano: una soluzione potrebbe essere quella di integrare, per chi non ha mai avuto esperienza, un periodo di tirocinio a scuola. Ci sono, infatti, alcuni dottori di ricerca che hanno anche esperienza scolastica. Come si concluderà la vicenda?