Moncalieri, vendeva snack a scuola: studente sanzionato
Moncalieri, vendeva snack a scuola: studente sanzionato

Non solo il danno, ma anche la beffa. Forse non tutti ricordano il caso dello studente 17enne dell’istituto tecnico industriale Pininfarina di Moncalieri (Torino). In pratica, il ragazzo in questione, era solito smerciare bibite e merendine ai suoi compagni di scuola in maniera clandestina all’interno della scuola. Per tale azione , il giovane era stato prima sospeso ed in seguito bocciato. Grazie alla sua attività illecita aveva messo da parte una cospicua somma in denaro, che ora rischia di dover dare indietro. Qui di seguito vi illustreremo il perchè.

Studente di Moncalieri sanzionato, ecco come si svolsero i fatti a scuola

Uno studente 17enne di Moncalieri era stato (ed è tutt’ora) protagonista di una storia che al suo tempo fece molto scalpore. Il ragazzino aveva iniziato ad acquistare presso vari supermercati, le stesse bibite e snack che si vendevano nella sua scuola, ma ad un prezzo di gran lunga inferiore. L’istituto scoprì in seguito il business illecito mandato avanti dal 17enne, il quale, come punizione, fu prima sospeso ed in seguito bocciato per un sei in condotta. Tuttavia, il giovane “business-man” non si era affatto ravveduto: l’anno successivo il suo giro di affari era ricominciato e proprio per questo si era beccato una nuova sospensione.

In seguito venne anche premiato!

Molti compagni di scuola difesero a spada tratta il responsabile di tutto ciò, ma non ma non mancarono certo critiche, più o meno veementi, nei suoi confronti. Ironia della sorte, il giovanissimo fu infine premiato per il suo “fiuto per gli affari”, tanto che la Fondazione Einaudi decise di assegnargli la simbolica cifra di 500 euro. In più, tale realtà coinvolse lo studente in varie iniziative e progetti destinati ai giovani talenti del mondo del business.

Epilogo con tanto di beffa

telegram-scuolainforma-336x280

In tempi recenti, il protagonista di questa storia è stato beffato per l’ennesima volta. I vigili urbani di Moncalieri hanno infatti deciso di sanzionarlo per le sue passate attività illecite all’interno della scuola, in quanto non autorizzate e violanti, peraltro, le regole del commercio. Una multa sicuramente salata quella che dovrà pagare il giovane, poichè si aggira sui 5176 euro, ben più di quanto maturato durante i suoi affari nell’itis da lui frequentato.