Mobilità 2017/18, le precedenze: quali sono e come si applicano
Mobilità 2017/18, le precedenze: quali sono e come si applicano

Le precedenze previste per la mobilità 2017/18 possiamo consultarle nell’art.13 dell’ipotesi di CCNI, stilato da Miur e sindacati lo scorso 31 gennaio. Vengono raggruppate per categoria e sono inserite in ordine di priorità. Ricordiamo che le precedenze hanno un valore solo per chi partecipa alla mobilità territoriale, in quanto per quella professionale ha valore solo la “ Disabilità e gravi motivi di salute”.
Operazioni propedeutiche per avvio mobilità 2017/18, la nota MIUR

Precedenze per la mobilità 2017/18

Le precedenze previste dal Miur per la mobilità 2017/18, in ordine di priorità, sono:

I) DISABILITA’ E GRAVI MOTIVI DI SALUTE

telegram-scuolainforma-336x280

II) PERSONALE TRASFERITO D’UFFICIO NEGLI ULTIMI OTTO ANNI RICHIEDENTE IL RIENTRO NELLA SCUOLA O ISTITUTO DI PRECEDENTE TITOLARITA’

III) PERSONALE CON DISABILITA’ E PERSONALE CHE HA BISOGNO DI PARTICOLARI CURE CONTINUATIVE

IV) ASSISTENZA AL CONIUGE, ED AL FIGLIO CON DISABILITA’; ASSISTENZA DA PARTE DEL FIGLIO REFERENTE UNICO AL GENITORE CON DISABILITA’; ASSISTENZA DA PARTE DI CHI ESERCITA LA TUTELA LEGALE

V) PERSONALE TRASFERITO D’UFFICIO NEGLI ULTIMI OTTO ANNI RICHIEDENTE IL RIENTRO NEL COMUNE DI PRECEDENTE TITOLARITA’

VI) PERSONALE CONIUGE DI MILITARE O DI CATEGORIA EQUIPARATA

VII) PERSONALE CHE RICOPRE CARICHE PUBBLICHE NELLE AMMINISTRAZIONI DEGLI ENTI LOCALI

VIII) PERSONALE CHE RIPRENDE SERVIZIO AL TERMINE DELL’ASPETTATIVA SINDACALE DI CUI AL C.C.N.Q. SOTTOSCRITTO IL 7/8/1998

Mobilità 2017/18, la precedenza per assistere un parente: come e per chi

Le precedenze hanno validità sia per la mobilità su scuola che su ambito. A parità di precedenze, si tiene in conto il punteggio. A parità di precedenze e punteggio prevale la maggiore età anagrafica.

Docenti titolari di ambito, mobilità 2017/18

Chi grazie alla mobilità 2017/18 ottiene la titolarità su ambito tramite precedenza, sarà collocato, come afferma il comma 1 dell’articolo 13, “nella prima scuola disponibile del comune in cui si applica la precedenza o, in mancanza di disponibilità, in comuni viciniori prima della procedura di individuazione per competenze”.

Puoi seguire tutti i nostri articoli e aggiornamenti dalla nostra pagina Facebook.