Ministro Valeria Fedeli: 'Scissione PD? Esiste buon senso e razionalità, viene prima il Paese'

Il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, è intervenuta stamane, sabato 18 febbraio 2017, all’inaugurazione dell’anno accademico dell’IUAD-Accademia della Moda di Napoli.

Un’occasione per parlare non solamente della grande tradizione sartoriale italiana ma anche dei temi più scottanti che riguardano la politica del nostro Paese.

Ministro Valeria Fedeli: ‘Scissione PD? Esiste buon senso e razionalità, viene prima il Paese’

Inevitabile toccare l’argomento clou di questi giorni, ovvero la ventilata ipotesi di scissione del suo partito, il Partito Democratico, scissione che potrebbe avere risvolti importanti per quanto riguarda i futuri scenari politici. ‘Certo che ci sono i margini per evitare una scissione – ha dichiarato la ministra ai giornalisti presenti alla manifestazione – ci sono i margini per evitarla in quanto il PD è un partito democratico e plurale. Credo che ci siano il buon senso e la razionalità di far venire prima il Paese e il PD è al servizio dell’unità del Paese.’

Valeria Fedeli: ‘Politica deve sostenere legami tra scuola, cultura e innovazione’

A proposito della tradizione culturale dell’Italia, il ministro Fedeli ha sottolineato come ‘Ogni volta che si esce dall’Italia e si va in qualunque Paese, tutti i consumatori, appena questo cresce in economia, vogliono vestire italiano, mangiare italiano, venire in Italia. Noi siamo la più importante opportunità di noi stessi – ha sottolineato il numero uno del Miur – ed è su questo che dobbiamo contare. La politica deve essere capace di sostenere esattamente questi cambiamenti, questi legami tra scuola, cultura e innovazione. Noi abbiamo la responsabilità di fare ciò, voi quella di crearvi il futuro che è anche quello dell’Italia”.
La ministra dell’Istruzione, quindi, ritiene che, in prospettiva, si possa scongiurare l’ipotesi della scissione del Partito Democratico: ci vuole buon senso e razionalità, vedremo se, Renzi da una parte, e le varie correnti di minoranza dall’altra, sapranno ricucire uno strappo che molti giudicano irreparabile.
Potrebbe interessarti:  Corsi abilitanti, lo stop di Bussetti: “soldi buttati”, news 16/01