Docenti precari da assumere

I docenti precari hanno formulato le loro proposte alla VII Commissione convergendo tutti su un unico punto. Il reclutamento degli abilitati deve avvenire senza concorso, senza esami o prove di sorta per evitare che fallisca tutto come quelli precedenti. La delega sul transitorio va respinta perché non si occupa della scuola dell’infanzia e della primaria. Non analoga posizione è espressa dai vari partititi di opposizione che hanno presentato i loro emendamenti. I docenti precari delle graduatorie di istituto vanno tutelati tutti senza trascurare nessuna categoria. Nessuno deve restare a piedi o disoccupato. Basta precarietà, contratti a termine e prevaricazioni di ogni sorta.

RIFLESSIONE

Dopo aver letto attentamente gli emendamenti presentati al Senato la domanda nasce spontanea. Che senso ha o ha avuto unire le risorse, l’impegno di rappresentanti gruppi e associazioni al fine di elaborare una proposta univoca e condivisa da contrapporre a quella Governativa, nello specifico delega piano di formazione e reclutamento atto 377 art. 17 in merito alla fase transitoria se poi i vari partiti in Senato presentano ciò che gli pare? Apertura Gae? Tfa? Percorsi abilitanti agevolati 3 fascia? Tutto deve essere chiesto in un unico contenitore condiviso e compatto. Qualsiasi abilitazione, qualsiasi grado di scuola e tutti i docenti della III fascia con 36 mesi devono essere assunti senza condizioni o vincoli o trappole di passaggio.

UNICO EMENDAMENTO OPPOSTO A QUELLO DEL PD

Il governo conosce perfettamente la questione, ha i numeri reali dei precari ancora giacenti nelle varie graduatorie e l’intenzione pressoché certa di respingere tutti gli emendamenti per approvare una unica mozione governativa. Solo il Pd a decidere delle sorti della gente e dunque, produrre mozioni diverse tra loro, è solo fatica inutile. Se ciò che si cerca è il consenso allora occorre che Lega, SI, Sel, Possibile, M5s e altri aprano le orecchie e ci ascoltino per mandare a casa questo governo e poi lavorare su un pacchetto unico di richieste.

PACCHETTO UNICO

La fase transitoria rivolta agli abilitati viene dopo l’esaurimento delle Gae. Le selezioni devono avere valenza regionale. Tutti i gradi di scuola e tutti gli abilitati devono essere interessati. Tutti in ruolo dopo una selezione che passi per un anno di prova, indipendentemente dal fatto che siano Tfa, Pas, diplomati magistrali o laureati in scienza della formazione primaria. Tanto vale per i posti comuni quanto per quelli sul sostegno. Nessun esame deve essere loro proposto. Si deve dare dignità e rispetto al merito e ai titoli conseguiti. I docenti della III fascia devono potersi abilitare, come sancito dalle norme comunitarie e come stabilito dalla sentenza n. 2750/15 del Consiglio di Stato.

Potrebbe interessarti:  Concorso precari con 36 mesi: ecco perché è giusto bandirlo