Arriva a scuola ubriaco e finisce in ospedale: studente rischia coma etilico
Arriva a scuola ubriaco e finisce in ospedale: studente rischia coma etilico

I contorni dell’episodio non sono stati ancora chiariti, ma si può delineare una situazione piuttosto preoccupante, anche solo basandosi sulle poche notizie trapelate al riguardo: ieri mattina, fuori dall‘istituto tecnico Saraceno in via San Marco a Morbegno, i sanitari del 118 hanno dovuto soccorrere uno studente 15enne colpito da un grave malore. Sembra incredibile, ma il ragazzino era ubriaco. E alle 11 del mattino, in pieno orario di scuola. Nella mattinata di ieri l’episodio è passato in sordina tra gli studenti: infatti, nessuno di loro sembra essersi accorto di quel che stava accadendo al compagno di scuola, che è stato trasportato in ambulanza in codice giallo e si trova ora ricoverato all’ospedale di Sondrio.

Studente ubriaco colto da malore a scuola

Da quanto è stato appreso, le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni; tuttavia, l’accaduto riporta all’attenzione il problema dell’abuso di alcol tra i ragazzi, in una fascia di età sempre più bassa a giudicare dalla quantità di episodi che riporta la cronaca. Si comincia con una birra, magari per accompagnare la pizza in compagnia, poi c’è l’assaggino di spritz o il sorso di spumante per festeggiare il compleanno del coetaneo, e così via in simili occasioni: comportamenti festaioli comuni che non si possono definire innocui, soprattutto quando a farli sono i giovanissimi, ai quali sia il tabacco che l’alcol sono vietati dalla legge. Quanti sono? Troppi, e il numero di quelli che esagerano aumenta di giorno in giorno: inutile negarlo, oggi bere alcolici è di moda e, se un ragazzino si rifiuta, non è altro che uno sfigato.

Durante il weekend tanti gli episodi di abuso d’alcol tra i giovanissimi

Durante il weekend, infatti – ancor di più durante le festività e in estate – si registrano tantissimi episodi che, però, sembravano limitati alle ore serali e notturne. Da qualche tempo invece, aumentano anche i casi di studenti che già di prima mattina, e per di più in orario scolastico, sono in stato di grave intossicazione etilica.
Il divieto di consumare alcol sotto i diciotto anni non è una regola solo morale, ma nasce dal fatto che negli adolescenti il fegato non è ancora giunto al suo completo sviluppo; ed è proprio qui che viene metabolizzato l’etanolo, la molecola contenuta nell’alcol. Se un ragazzino a 15 anni si sbronza sempre più spesso, in poche parole, questo avrà gravissime ripercussioni sulla sua salute da adulto: non sarà il caso di prendere, finalmente, severi provvedimenti?
Fonte: Il Giorno