Ultime notizie scuola, martedì 28 febbraio 2017: novità mobilità docenti, educatori e ATA 2017/8, ammesse le correzioni

Novità importante quella contenuta nell’ordinanza che darà il via alle operazioni riguardanti la mobilità del personale docente, educativo e ATA per l‘anno scolastico 2017/2018. Infatti, il comma 2 dell’articolo 5 prevede che, in caso di errori o omissioni nella compilazione degli allegati alla domanda di trasferimento, il richiedente avrà diritto a rettificare la documentazione allegata all’istanza. Come riportato dal quotidiano economico ‘Italia Oggi’ di martedì 28 febbraio, tale disposizione è riportata nella bozza del contratto integrativo.

Ultime notizie scuola, martedì 28 febbraio 2017: novità mobilità docenti, educatori e ATA 2017/8, ammesse le correzioni

La rettifica della documentazione allegata dovrà essere effettuata dall’interessato entro e non oltre il quinto giorno utile prima del termine utile, previsto per ciascuna categoria, per la comunicazione al SIDI (Sistema Informativo dell’Istruzione) dei posti disponibili. I termini dovrebbero essere resi noti a breve, attraverso l’emanazione dell’ordinanza ma, salvo cambiamenti dell’ultima ora, dovrebbero essere questi:

  • docenti scuola dell’infanzia, termine ultimo 13 aprile per la revoca della domanda di mobilità o per la modifica degli allegati;
  • docenti scuola media inferiore entro e non oltre il 10 maggio;
  • docenti scuola media superiore entro il 26 maggio;
  • educatori entro il 21 giugno;
  • personale Ata entro il 27 giugno.
Potrebbe interessarti:  Come si diventa insegnante della scuola? Titoli di studio richiesti

Mobilità docenti, educatori e ATA 2017/2018: non serve più fare reclamo, basta andare in segreteria

La domanda potrà essere presentata dall’interessato presso la segreteria della scuola dove presta servizio, la quale provvederà ad inviarla presso l’ufficio scolastico territoriale; in alternativa, l’interessato potrà inviarla direttamente all’ufficio scolastico territoriale.
L‘istanza di revoca o modifica degli allegati alla domanda di mobilità 2017/2018 potrà essere redatta in forma cartacea oppure in formato informatico tramite PEC (Posta Elettronica Certificata).