Ultime notizie scuola, 2 marzo: gite scolastiche, il 39 per cento degli studenti non parte perchè i prof dicono di no

Un’indagine condotta da Skuola.net traccia un quadro ben preciso in merito alle ragioni per le quali ‘salta’ una gita scolastica. Avvicinandosi la primavera, si sa, si avvicina anche il tanto ‘sognato’ momento della gita scolastica ma, per molti, questo rimarrà solamente un sogno visto che, per diversi motivi, quasi due studenti su cinque non riusciranno ad andare in gita.

Si pensa che questo sia dovuto alle difficoltà economiche in cui versano molte famiglie? A quanto pare sembrerebbe proprio di no, visto che solamente il sei per cento degli studenti ritiene che la spesa inciderebbe troppo sul bilancio familiare.

Ultime notizie scuola, 2 marzo: gite scolastiche, il 39 per cento degli studenti non parte perchè i prof dicono di no

A quanto sembra, invece, il problema sarebbe un altro e riguarda i professori. La percentuale è di quelle che fanno riflettere: il 39 per cento degli studenti che non partiranno, infatti, riferiscono che la gita è saltata proprio perché i professori si sono rifiutati di accompagnarli. Le ragioni possono essere diverse. Molto probabilmente perchè qualcuno non se la sente di avere la responsabilità di una classe intera; oppure perché immagina già che qualche studente più indisciplinato gli creerà problemi; ma non bisogna dimenticare (o forse bisognerebbe metterla al primo posto) anche la mancanza di incentivi economici riconosciuti ai docenti accompagnatori. Solo il 4 per cento delle rinunce riguarda il terrorismo internazionale e solo il 6 per cento delle gite è saltata perchè non è stato raggiunto un numero sufficiente di adesioni.

Gite scolastiche: i docenti dicono di no, ecco l’indagine di Skuola.net

Del resto, Skuola.net ricorda anche i risultati di una precedente indagine che illustra una situazione decisamente preoccupante. Eccola in sintesi:

Potrebbe interessarti:  Come si diventa insegnante della scuola? Titoli di studio richiesti
  • 1 studente su 10 dichiara di aver fatto uso di droghe (principalmente leggere), ma al triennio delle superiori questa percentuale si raddoppia;
  • 1 studente su 3 abusa nel consumo di alcool, (nella fascia 11-16 anni solamente 1 su 10);
  • circa il 20 per cento degli studenti delle medie inferiori e superiori ha dichiarato di essersi esposto a situazioni rischiose per passare da una camera all’altra senza farsi scoprire dai professori.