Istanze On Line

Istanze On Line ha creato più di un grattacapo ai docenti in questi primi giorni del nuovo mese. Si è partiti da un avviso di modifica della password, causa scadenza della stessa in data 4 marzo, ad una congestione del sito che di fatto ha portato prima un rallentamento nelle funzioni e successivamente al blocco intero del sito. Molti erano riusciti a fare la modifica appena uscito l’avviso e il successivo tam tam “internettiano” ha fatto in modo di mandare in tilt il sistema. Probabilmente il messaggio è arrivato a destinazione perché adesso non serve più il cambio di password su Istanze On Line.

NOTIZIE PARZIALI E NON VERITIERE

Spesso in rete le notizie corrono veloci e subiscono modifiche a causa delle diverse interpretazioni che se ne danno. Era anche passato il messaggio che la modifica della password riguardasse solo i docenti che dovevano presentare la domanda per fare i commissari esterni per gli esami di Stato e per quelli che dovevano presentare la domanda di mobilità. La circostanza veniva smentita da chi era riuscito a fare il cambio e non era interessato a presentare domande di sorta. La FLC CGIL spiegava che il cambio della password era rivolto a chi ne aveva creato una senza mai provvedere nel corso degli anni a modificarla. Anche questa versione si può tranquillamente smentire in quanto si riferiva ad una vecchissima situazione.

CAMBIO NON PIU’ NECESSARIO

Sta di fatto che adesso sul sito non appare più nessun avviso di dover modificare la password. Lo riporta anche il portale Orizzonte Scuola con una notizia in cui chiarisce anche un’altra questione. Si tratta delle credenziali SPID che non sono più idonee all’accesso su Istanze On Line. Ovviamente il cambio della password è sempre possibile in qualunque momento anche per una semplice questione di sicurezza personale. La cosa essenziale ormai chiarita è che non c’è più alcuna necessità di doverlo fare pena l’impossibilità di accesso al sistema. Altrettanto chiaro è che le password per accedere alla posta elettronica possono essere diverse da quelle per l’accesso a IOL.