Mobilità professionale docenti 2017/2018: chi può presentarla e requisiti necessari.

In attesa di conoscere ufficialmente la data di inizio delle operazioni riguardanti la mobilità, concentriamo la nostra attenzione sulla mobilità professionale e sui requisiti necessari al docente per poter presentare l’istanza per il passaggio di cattedra e/o di ruolo.

Innanzitutto possono presentare la domanda tutti i docenti che hanno superato il periodo di prova nel ruolo di appartenenza e che possiedono la specifica abilitazione per il passaggio di ruolo da richiedere o della specifica abilitazione per la classe di concorso richiesta, se si tratta di passaggi di cattedra.
Le preferenze massime saranno quindici come nel caso della mobilità territoriale con l’indicazione di un massimo di cinque scuole.
Vediamo chi potrà presentare domanda di mobilità professionale nei diversi ordini e gradi di istruzione secondo quanto indicato nell’articolo 4 dell’ipotesi di contratto integrativo 2017/8.

Scuola dell’infanzia

La domanda potrà essere presentata dal personale delle scuole primarie, secondarie di I e II grado (compreso il personale diplomato) e dal personale educativo.

Scuola primaria

La domanda potrà essere presentata dal personale delle scuole dell’infanzia, scuole Secondarie di I e II grado appartenenti sia ai ruoli dei laureati sia ai ruoli dei diplomati e dal personale educativo.

Scuola secondaria di primo grado

telegram-scuolainforma-336x280

La domanda potrà essere presentata dal personale delle scuole dell’Infanzia, Primarie e della scuola Secondaria di secondo grado, oltre che dal personale educativo.

Scuola secondaria di secondo grado

La domanda potrà essere presentata dal personale delle scuole dell’Infanzia, Primarie e della scuola Secondaria di I grado; dal personale educativo e dal personale diplomato delle scuole Secondarie di secondo grado che aspira a passare nei ruoli del personale insegnante laureato.

Per quanto riguarda le abilitazioni dell’insegnamento alla scuola dell’infanzia e primaria ‘Conservano valore di abilitazione all’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria i titoli di studio conseguiti al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, entro l’anno scolastico 2001/2002, ai sensi del D.M. 10/3/1997 e del DPR del 15 marzo 2014. Per il personale educativo il passaggio di ruolo nella scuola dell’infanzia e primaria è possibile solo in possesso di tali diplomi ovvero della laurea in scienze della formazione primaria.’
Per quanto concerne invece le abilitazioni delle scuole superiori di I e II grado si intendono le abilitazioni per ‘classi di concorso di cui al previgente ordinamento confluite nelle classi di concorso previste dal DPR 19/16 e successive integrazioni e modifiche hanno comunque valore ai fini dei passaggi’.

Sostegno

Può presentare domanda di passaggio nel ruolo della scuola dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di I e II grado, su posto di sostegno il personale insegnante ed educativo che, oltre ai requisiti previsti per il passaggio richiesto, possiede anche lo specifico titolo di specializzazione per l’insegnamento sul corrispondente posto di sostegno.

Personale educativo

Possono presentare domanda per il passaggio nel ruolo del personale educativo gli insegnanti della scuola dell’Infanzia, Primaria, Scuola Secondaria di I grado, Secondaria di II grado appartenenti sia ai ruoli dei laureati sia ai ruoli dei diplomati;
I docenti dovranno essere in possesso dello specifico titolo di accesso (idoneità o laurea in Scienze della formazione primaria-indirizzo scuola primaria o i titoli di studio conseguiti a termine dei corsi quadriennali e quinquennali magistrali sperimentali dell’istituto magistrale conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002, ai sensi del D.M. 10. 3. 1997, art. 2 commi 1 e 3).

Insegnante Tecnico-Pratico

Possono presentare domanda per il passaggio nel ruolo del personale insegnante tecnico-pratico nell’ambito della scuola Secondaria di II grado gli insegnanti di scuola dell’Infanzia, Primaria, il personale educativo, i docenti di scuola Secondaria di I grado e II grado,, con quest’ultimi appartenenti sia ai ruoli dei laureati sia ai ruoli dei diplomati.
Servirà il possesso del titolo di studio di accesso alla classe di concorso della tabella B del DPR 19/2016 e successive modifiche e integrazioni (i titoli di accesso per classi di concorso di cui al previgente ordinamento confluite nelle classi di concorso previste dal DPR 19/16 e successive integrazioni e modifiche tabella B hanno comunque valore ai fini dei passaggi).