NoiPa, cedolino di marzo 2017: ci saranno altre sorprese al 'ribasso'?
NoiPa, cedolino di marzo 2017: ci saranno altre sorprese al 'ribasso'?

NoiPa marzo 2017 che sorprese porterà? Il cedolino del mese di febbraio ha presentato brutte sorprese per diversi lavoratori, che si sono ritrovati con un conguaglio al ribasso. Molti hanno dovuto letteralmente fare i conti con uno stipendio ridotto di cifre mediamente alte, anche fino a 500 euro (in pochi casi pure oltre). A pesare sui lavoratori sono stati i conguagli del fondo pensione (codice 800/390) e il Conguaglio Fondo Credito (codice 800/394) . Mentre il secondo viene applicato solo a febbraio, il primo viene applicato anche nei mesi di marzo, aprile e maggio. Ha pesato anche il taglio del bonus da 80 euro, cavallo di battaglia del Governo di Renzi. Lo scorso anno, proprio nel mese di marzo, hanno pesato sulle riduzioni stipendiali le addizionali comunali e regionali. Insomma, non c’è mai da star tranquilli… per cui adesso si teme per marzo 2017.

Noipa, chi è stato maggiormente penalizzato?

A parte le forze armate, ad essere penalizzati sul cedolino NoiPa lo scorso mese (e quindi a temere di più per il mese di marzo 2017), sono stati i precari della scuola. I lavoratori a tempo determinato sono quelli che hanni visto punte più alte di tagli, fino e oltre i 500 euro. Le maestre della scuola dell’Infanzia e primaria hanno anche avuto a che fare con il versamento Enam, che come spiega la Uil scuola, sebbene non riesce più ad assicurare le stesse prestazioni originarie, il contributo viene ancora richiesto. Che le tasse in Italia siano ‘salate’ già si sa, ma ritrovarsi con l’ansia mensile di non percepire nemmeno lo stipendio definito “sicuro” è veramente stressante.
Puoi seguire tutti i nostri articoli e aggiornamenti dalla nostra pagina Facebook.