Mobilità docenti 2017/8: precariato varrà sei punti per ogni anno

In sede di presentazione della domanda di mobilità, è utile per i docenti conoscere la valutazione dei punteggi in relazione al servizio prestato durante il periodo di precariato, in quanto, come molti sapranno, nel prossimo contratto 2017/8, i richiedenti potranno avvalersi dello stesso punteggio previsto per i servizi di ruolo. Se fino allo scorso anno, infatti, il servizio preruolo valeva 3 punti per ogni anno, da quest’anno scolastico, fermo restando i requisiti ai fini della validità dell’anno di servizio pre-ruolo da valutare (180 giorni oppure il servizio ininterrotto in tutto il secondo quadrimestre più lo scrutinio) il servizio preruolo varrà 6 punti per ogni anno, verrà cioè equiparato al servizio di ruolo.

Mobilità docenti 2017/8: precariato varrà sei punti per ogni anno

Il docente dovrà dimostrare il possesso dei titoli di servizio attraverso un’autocertificazione, utilizzando il cosiddetto allegato D, reperibile anche sulla piattaforma Istanze Online. I docenti che hanno prestato servizio nella medesima scuola per almeno tre anni otterranno il beneficio di una maggiorazione di punteggio di due punti per ogni anno di insegnamento fino ai primi cinque anni nella stessa scuola e di tre punti per ogni anno di servizio, sempre nella medesima scuola, oltre i primi cinque.

Potrebbe interessarti:  Come si diventa insegnante della scuola? Titoli di studio richiesti

Mobilità docenti, ricongiungimento al coniuge, al genitore o al figlio

Inoltre, i docenti potranno far valere le cosiddette esigenze di famiglia, ovvero il ricongiungimento al coniuge, al genitore o al figlio (sei punti): per ottenere tale punteggio, il ricongiungimento dovrà essere comprovato da una dichiarazione personale. A prescindere dal ricongiungimento, il docente avrà diritto a 4 punti per ogni figlio sino a sei anni e a 3 punti per ogni figlio di età superiore a 6 anni, ma inferiore ai 18 anni. Anche in questo caso, sarà necessaria l’autocertificazione del richiedente.

Mobilità docenti, punteggi eventuali ulteriori titoli di studio

telegram-scuolainforma-336x280

Ecco, invece, i vari punteggi per eventuali ulteriori titoli di studio:

  • altra laurea, tre punti se triennale, 5 punti se del vecchio ordinamento oppure quinquennale;
  • specializzazione 5 punti;
  • dottorato di ricerca 5 punti;
  • master e corsi di perfezionamento se annuali e con esame finale, 1 punto; se conseguiti in vigenza del nuovo ordinamento universitario, il richiedente dovrà aver conseguito almeno 60 Cfu;
  • superamento di un concorso ordinario per titoli ed esami, 12 punti.

Anche per il possesso dei titoli di studio e professionali, si dovrà procedere ad autocertificazione con descrizione dei titoli (data di conseguimento, voto, sede, eventuali riferimenti normativi e ogni altro dato utile per il controllo).