Ultime notizie scuola, mercoledì 8 marzo 2017: mobilità, Uil Scuola chiede intervento ministra Fedeli

Ancora una volta, fumata nera tra Miur e sindacati nell’incontro tenutosi ieri martedì 7 marzo per la contrattazione delle norme che andranno a regolare gli incarichi triennali dei docenti da ambito a scuola. E’, dunque, ormai certo che le operazioni di mobilità subiranno uno slittamento in quanto il contratto integrativo non potrà essere sottoscritto prima di martedì prossimo 14 marzo, giorno fissato dal dicastero di Viale Trastevere per il prossimo incontro con le rappresentanze sindacali.

Ultime notizie scuola, mercoledì 8 marzo 2017: mobilità, Uil Scuola chiede intervento ministra Fedeli

La Uil Scuola ha fatto sentire la propria voce in merito ai continui rinvii della questione relativa alla chiamata diretta. Il segretario nazionale Pino Turi ha affermato, senza mezzi termini, come non sia più ‘possibile continuare con questi incontri inconcludenti e inutili. Considerato che continuare a discutere con i tecnici del Ministero non produce risultati apprezzabili, ho già assunto l’iniziativa di chiedere che la trattativa si sposti a livello politico’.
Dunque, i sindacati hanno chiesto a gran voce un ‘faccia a faccia’ con il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, la quale, come riportato da Tecnica della Scuola, avrebbe già dato la propria disponibilità al confronto politico.

Mobilità docenti 2017/8: ‘impossibile fare previsioni sulle date per la presentazione delle domande’

Una situazione quanto mai incerta ed ecco perchè risulta molto difficile prevedere una data di partenza per l’inoltro delle domande di mobilità 2017/2018: a questo punto, si ritiene plausibile uno slittamento delle operazioni alla prima metà di aprile, tanto più che, come riporta il comunicato ufficiale pubblicato da Flc-Cgil ‘Ad oggi non ci sono ancora notizie sui tempi per la certificazione da parte di Funzione Pubblica sulla pre-intesa della mobilità del 31 gennaio scorso e, quindi, non è possibile fare previsioni sulle date per la presentazione delle domande.’