Scuola: crollo soffitto in un istituto di Sarno, tragedia mancata
Scuola: crollo soffitto in un istituto di Sarno, tragedia mancata

Il soffitto di un’aula elementare di Sarno, è crollato poco prima dell’ingresso a scuola degli alunni. I banchi risultano devastati a causa della caduta dei grossi massi. Se il crollo fosse avvenuto qualche ora dopo, in classe sarebbero stati presenti i bambini e si può facilmente  immaginare cosa sarebbe potuto accadere. E’ stato un operatore scolastico ad accorgersi di quanto accaduto. Quest’ultimo aveva fatto una ricognizione dell’aula, prima di far entrare gli alunni. Anche una seconda aula risulta essere stata danneggiata, in quanto presenta lesioni da tamponatura. In questo caso, sarà necessario un opportuno intervento di rifacimento di intonaco. Tuttavia, è ancora da decidere se ci sarà o meno, la sospensione dalle lezioni per i circa 90 piccoli frequentanti l’istituto.

Crollo in una scuola di Sarno: genitori spaventati dell’accaduto

Le immagini del crollo hanno scioccato sia i genitori che gli insegnanti degli alunni dell’istituto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco, i tecnici del comune per analizzare la situazione e il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora. In seguito alle operazioni di verifica dei vari locali dell’istituto, alla fine, è stato deciso (tramite apposita ordinanza sindacale) di chiudere momentaneamente le due aule danneggiate, per iniziare gli opportuni lavori di riparazione. I genitori dei bambini sono indignati dell’accaduto ed hanno (giustamente) chiesto maggiori controlli e sicurezza sui banchi di scuola.

Potrebbe interessarti:  Faenza, il gesto della classe per la compagna: ministro Bussetti 'Sono fiero di voi'

Una tragedia sfiorata: i risultati delle ultime perizie tecniche

Il disastro è stato fortunatamente evitato, in quanto avvenuto durante le ore notturne, quando non era presente nessun bambino, insegnante o membro di personale ATA all’interno dell’istituto. I genitori dei piccoli hanno esternato le loro proteste sia in segreteria che sui social media, affinchè vengano prevenuti simili incidenti. Quello che lascia perplessi, sono i risultati delle ultime perizie (risalenti a qualche mese fa) che avevano accertato la totale sicurezza della scuola in questione. La polemica sulle scuole sicure continua dunque, tra proteste, delusioni, incertezze e false promesse.