Esami di Stato, criteri per l'ammissione dello studente secondo lo schema del decreto attuativo

C’è grande attenzione per il decreto attuativo riguardante le ‘norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato’. Partendo da quanto indicato nello schema di decreto legislativo N. 384, vediamo, in dettaglio, quali saranno i requisiti richiesti agli studenti per l’ammissione all’Esame di Stato nella scuola secondaria di secondo grado.

Esami di Stato, criteri per l’ammissione dello studente secondo lo schema del decreto attuativo

a) frequenza per almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, fermo restando quanto previsto dall’articolo 14 comma 7 del decreto del Presidente della Repubblica del 22 giugno 2009 n.122;

b) partecipazione durante l’ultimo anno di corso, alle prove predisposte dall’Invalsi;
c) svolgimento dell’attività di alternanza scuola-lavoro secondo quanto previsto dall’indirizzo di studio nel secondo biennio e nell’ultimo anno di corso;
d) votazione media non inferiore ai sei decimi compreso il voto di comportamento. Nella deliberazione, il voto espresso dall’insegnante di religione cattolica o dal docente per le attività alternative, per gli alunni che si avvalgono di detti insegnamenti, se determinante diviene un giudizio motivato iscritto a verbale.

Criteri per ammissione studenti a classi successive e all’Esame di Stato: qualcosa non torna

Da quanto si evince al punto d) sarà ammesso alla prova lo studente che avrà ottenuto una media voti non inferiore ai sei decimi, voto comportamento compreso: una normativa che, però, va in contrasto con quanto indicato dal DPR N. 122/09 dove si parla di ‘sufficienza in tutte le discipline’. Inoltre risulta una discrepanza tra i criteri usati per l’ammissione alle classe successive (seconda, terza, quarta e quinta) e quelli per l’ammissione agli esami, visto che la riforma riguarderà solamente gli Esami di Stato.
Si renderà, dunque, necessaria una modifica del DPR 122/09, in particolar modo dell’articolo 4, altrimenti si andrà incontro ad una differenziazione nei criteri adoperati per l’ammissioni alle classe successive e quelli per l’ammissione agli Esami di Stato.