Aggiornamenti e informazioni Carta docente 2016/2017, rendicontazione spese entro il 30/11/2016
Aggiornamenti e informazioni Carta docente 2016/2017, rendicontazione spese entro il 30/11/2016

Il ministero dell’istruzione ha fornito preziose indicazioni alle scuole italiane, riguardo alla rendicontazione della carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione dei docenti per l’anno scolastico 2016/2017. Di seguito, attraverso l’atto di registrazione al sito web cartadeldocente.istruzione.it i docenti hanno avuto la possibilità di vedersi riconosciute le spese che hanno sostenuto in questo periodo, nell’ambito della somma complessiva prevista (500 euro) per l’anno scolastico 2016-2017. Ecco alcune preziose informazioni sulla Carta docente e su come richiedere il rimborso spese.

Carta docente: ecco cosa c’è da sapere

Il docente che ha intenzione di chiedere all’amministrazione il rimborso delle somme anticipate, generando la conseguente autodichiarazione, dovrà recarsi presso la segreteria dell’istituto di servizio entro il 20 Maggio 2017. La situazione è diversa per gli insegnanti in posizione di comando oppure collocati fuori ruolo. Questi dovranno presentarsi presso qualsiasi istituto sito all’interno del territorio nazionale, con l’autodichiarazione stampata e gli scontrini (o fatture) riguardanti le spese svolte tra Settembre e Novembre dell’anno scorso. Potranno, in tal modo, richiederne il rimborso.
Nel caso in cui il docente voglia ritirare l’istanza di rimborso già presentata, dovrà recarsi presso la segreteria della scuola di servizio, presentando il modulo allegato alla nota in commento, opportunamente compilato e firmato. Nella situazione in cui il docente presti servizio in altri uffici, dovrà allora recarsi presso la segreteria di un istituto presente all’interno del territorio nazionale, con i medesimi documenti. Una volta consegnato il modulo, la scuola provvederà a registrare il tutto sull’applicazione SIDI e, al termine delle operazioni, la disponibilità della somma prevista per l’anno scolastico 2016-2017 risulterà essere pari a 500 euro. E’ necessario sapere che a partire dal prossimo mese, sul portale SIDI del ministero dell’istruzione, sarà disponibile agli istituti scolastici l’applicazione telematica “Carta del docente“. Utilizzando le dovute funzionalità, gli istituti scolastici potranno visionare e gestire l’intera rendicontazione delle somme spese nel periodo bimestrale dal primo Settembre 2016 al 30 Novembre 2016.

Come devono muoversi le scuole per l’erogazione?

Infine, il ministero dell’istruzione rende noto che per l’erogazione di attività di formazione da parte della scuola tramite l’applicazione “Carta del Docente”, gli istituti devono muoversi per la validazione dei buoni spesa. Entrando nel sito web Cartadeldocente.istruzione.it e, di seguito, andando sulla funzione “valida buono”, dovranno essere inseriti nei dovuti campi due codici: esercente e ID del buono. E’ necessario sapere che non bisognerà fatturare tramite “fatturaPA”, in quanto è la Consap a rimborsare i buoni, in seguito alla loro validazione, sul conto corrente intestato all’istituzione specifica “codici buoni validati…” contenente i codici dei buoni validati dallo stesso istituto scolastico.