Ultime notizie scuola, lunedì 13 marzo 2017: concorsone docenti 'Un euro lordo ogni interrogato'
Nemmeno i raccoglitori di pomodoro riescono a guadagnare così poco, con tutto rispetto parlando. Franco Trevisan, presidente delle Commissioni venete per il concorso che immette in ruolo i docenti di italiano, greco e latino nelle superiori di primo e secondo grado, ha parlato del compenso percepito per ogni candidato interrogato nell’ultima selezione.

Ultime notizie scuola, lunedì 13 marzo 2017: concorsone docenti ‘Un euro lordo ogni interrogato’

‘In realtà non sappiamo quanto prenderemo, perché non abbiamo ancora visto un quattrino, ma sicuramente è un lavoro che non facciamo per arricchirci – ha dichiarato Trevisan in un’intervista pubblicata dal quotidiano ‘Il Gazzettino’ di oggi, lunedì 13 marzo. ‘E’ stato talmente lungo questo concorso che siamo riusciti a festeggiare la nascita di Sara, una bellissima bimba che un nostro commissario aveva annunciato all’insediamento della commissione e che è nata lo scorso 4 marzo’.
Trevisan ha sottolineato le enormi difficoltà degli insegnanti, costretti a dividersi in più parti: al mattino le lezioni (perché non c’è esonero), al pomeriggio bisogna esaminare i candidati, sempre che non ci siano consigli di classe o d’istituto.

Concorso docenti: ‘Ho visto molti insegnanti disperati’

Sotto accusa, naturalmente, la prova scritta computer based. ‘Ho visto insegnanti disperati con questa modalità di prova. Alcuni li abbiamo consolati ed esortati a non consegnare in bianco – ha spiegato Trevisan che poi non manca di ricordare l’assurdità dell’esame l’orale, con il prof chiamato ad estrarre un argomento per la simulazione di lezione, avendo a disposizione solo 24 ore di tempo.
I risultati? Per italiano, latino e greco degli 856 candidati veneti in 653 hanno superato lo scritto e 648 anche l’orale. ‘Io avrei preferito il concorso con carta e penna ma ormai fa parte del passato e sono contento di aver inaugurato questa nuova stagione, l’unico rammarico è che in queste condizioni alcuni candidati non sono riusciti a dare il meglio di sè.’
Potrebbe interessarti:  Bando di concorso del Comune di Milano per l’assunzione di 51 educatori scuola d'infanzia